Panoramica Tinteggiatura

Come tinteggiare la cucina

15-07-2019

Come tinteggiare la cucina in 8 mosse (o una soltanto)

Leggi la guida per scoprire come tinteggiare la cucina di casa tua in pochi passaggi, spiegati in maniera chiara e completa. Se non ami il fai da te, cerca su Instapro i migliori professionisti vicino a te per dipingere la cucina. Basta 1 click.

Come tinteggiare la cucina: valutazione indicativa del progetto

Ecco le valutazioni indicative per tinteggiare la cucina da soli. 

Tinteggiatura cucina
DifficoltàMedia
Tempo di realizzazione2-3 giorni
CostoMedio
Indice: Come tinteggiare la cucina
  1. Scegli i colori per le pareti della cucina
  2. Scegli il tipo di pittura per cucina
  3. Compra i materiali
  4. Prepara la stanza per la tinteggiatura
  5. Prepara le pareti alla verniciatura
  6. Tinteggia la cucina
  7. Fai gli ultimi ritocchi e perfeziona il lavoro
  8. Aspetta l’asciugatura e rimetti in ordine

Ecco come tinteggiare la cucina passo passo

1. Scegli i colori per le pareti della cucina

Il primo dubbio di tutti è come tinteggiare la cucina, cioè: quali colori scegliere per le pareti. Le opzioni sono infinite. Puoi fare una valutazione da solo, in base a questi elementi: stile della cucina, dimensioni, luminosità, materiali dei mobili.

Che tu voglia una cucina moderna o classica, le scelte si riducono a due possibilità: cucina bianca o colorata. Dipingere le pareti della cucina di bianco o in colori neutri (beige, crema, avorio…) serve a dare un aspetto sobrio, adatto a ogni linea di arredamento. Scegliere pareti colorate o fare una cucina bicolore può essere una scelta più creativa. Le tonalità più ricercate del momento sono: tortora, nero, blu o azzurro, marrone, nocciola, grigio, giallo.

Sicuro di volerlo fare da solo?

Per ottenere un risultato professionale, non c’è niente di meglio che ingaggiare un tinteggiatore esperto. Trova i migliori della tua zona su Instapro.

2. Scegli il tipo di pittura per cucina

Oltre al colore delle pareti, devi valutare anche il tipo di pittura per la cucina. Per decidere come tinteggiare la cucina e quale tinta usare devi conoscere i tuoi gusti e le tue esigenze.

Il progetto deve essere chiaro: quale risultato estetico vuoi ottenere e che tipo di pittura muraria ti serve. Come trovare la soluzione? Devi capire se la tua cucina ha caratteristiche particolari. Ad esempio, hai problemi di umidità, muffa, infiltrazioni? Oppure, la cucina è piccola e poco luminosa? Ci sono bambini in casa?

Fatti consigliare sulla tipologia di pittura da cucina più indicata tra:

  • idropittura traspirante;

  • idropittura lavabile e superlavabile;

  • smalto murale;

  • tempera;

  • pittura acrilica;

  • pittura ecologica.

Se a una tinta uniforme preferisci degli effetti di movimento, potresti pensare a tecniche di tinteggiatura alternative, per esempio: spugnatura, graffiatura, velatura, cenciatura, pareti bicolore a contrasto. Studia attentamente le condizioni di partenza delle pareti. Se sono molto rovinate, ci sarà bisogno di interventi mirati e quindi di prodotti specifici.

3. Compra i materiali

Una volta preparato il progetto su come dipingere la cucina e i passi da compiere, sei pronto ad acquistare i prodotti.

Ecco che cosa ti serve:

  • Materiali per preparare il fondo: ad esempio, stucco per chiudere buchi e graffi, rasante, fissativo, carteggiatrice.

  • Primer: da applicare prima della vernice, se c'è bisogno.

  • Pittura: barattoli di pittura per imbiancare la cucina nella quantità necessaria.

  • Rullo, pennelli e strumenti specifici: per stendere una tinta uniforme, basterà il rullo e un pennello per i ritocchi; in caso di effetti particolari, servirà l’attrezzatura adatta che varia di caso in caso.

In realtà, serviranno tante altre cose, dal nastro adesivo di carta ai teli per proteggere le altre superfici della stanza, una scala alta e solida, delle spugne pulite e così via. Prima di iniziare il lavoro, assicurati di aver comprato il necessario. Ti consigliamo di preparare una lista e portarla con te quando vai al negozio specializzato.

Impaziente di conoscere i prezzi?

Clicca sul link e scopri quanto costa dipingere la cucina. Il fai da te non è sempre un risparmio. Un professionista potrebbe aiutarti a ottimizzare costi e tempi.

4. Prepara la stanza per la tinteggiatura

Sgombra la cucina da mobili e oggetti: è sempre meglio lavorare in una stanza completamente vuota. Togli porte, maniglie, placche per interruttori e prese elettriche, lampadari, termosifoni e via dicendo. Smonta gli arredi della cucina e togli gli elettrodomestici.

Se vuoi dipingere i mobili o le ante della cucina, lascia il mobilio dove si trova, ma proteggi le parti che non devono essere verniciate. Copri il pavimento con un telo o dei fogli di giornale e fissa tutto con il nastro carta. Usa lo stesso nastro adesivo per proteggere i battiscopa e gli oggetti che non si possono rimuovere.  Alla fine, spolvera le pareti per togliere la polvere prima di andare avanti.

5. Prepara le pareti alla verniciatura

La regola su come tinteggiare la cucina e qualunque stanza dice che bisogna preparare il fondo (le pareti) così:

  • spazzolare e lavare le pareti;

  • riempire i buchi con stucco o schiuma;

  • rasare il muro per levigare la superficie.

Se le condizioni del muro sono critiche, sarebbe meglio rivolgersi a un professionista esperto. Potresti aver bisogno di risanare un’infiltrazione di acqua o rimuovere la muffa. Potresti aver bisogno di un trattamento termico o isolante. Questi sono solo esempi di situazioni particolari.

Da te è tutto a posto? Puoi escludere tranquillamente problematiche serie nella tua cucina e nella tua casa? È sempre meglio controllare.

6. Tinteggia la cucina

Per preparare la pittura per cucina, segui le istruzioni del barattolo. Prendi il rullo o il pennello e inizia a stendere la prima mano di vernice. Se vuoi usare un primer, stendilo prima della pittura.

Le indicazioni basilari su come dipingere la cucina sono queste:

  • pittura prima il soffitto;

  • pittura poi le pareti con un movimento dall’alto verso il basso;

  • dipingi dopo la parte inferiore della parete;

  • infine passa agli angoli e alle finiture usando il pennello;

  • fai più passate per raggiungere il colore e l’intensità desiderata.

I passaggi per tinteggiare la cucina potrebbero essere semplici o complessi: tutto dipende dalle caratteristiche delle pareti e dall’effetto che si vuole ottenere.

7. Fai gli ultimi ritocchi e perfeziona il lavoro

Per concludere il lavoro in maniera precisa, dedicati ai dettagli, come: eliminare sbavature, insistere negli angoli, togliere gli schizzi di vernice.

8. Aspetta l’asciugatura e rimetti in ordine

I tempi di asciugatura della pittura sono indicati sulla confezione dei prodotti che utilizzi. Potrebbero volerci alcune ore o una giornata intera. Appena è tutto asciutto, rimuovi le protezioni (teli, nastro carta eccetera), pulisci la stanza e posiziona l’arredamento della cucina. Questo, in linea di massima, è quello che devi sapere su come tinteggiare la cucina in maniera semplice.

Ma se il tuo progetto è più complesso o aspiri a un lavoro professionale, puoi seguire le istruzioni qua sotto.

Trova un professionista affidabile su Instapro 

Se non sai bene come tinteggiare la cucina in autonomia, non preoccuparti.

Sei su Instapro: qui puoi trovare tanti professionisti affidabili che operano nella tua zona. 

Nel nostro sito web puoi consultare un’ampia lista di ditte esperte in tinteggiatura della cucina, contattarle gratuitamente e richiedere preventivi per il tuo progetto. Grazie alle schede professionali di Instapro puoi mettere a confronto l’esperienza di ogni azienda, leggere le recensioni e farti un’idea precisa.

In poche mosse riuscirai a individuare i candidati più qualificati della tua città e a selezionare il professionista in linea con le tue esigenze

Prova subito!

Instapro: cosa è e come funziona

Instapro è una piattaforma di preventivi nata nel 2015 e vanta un database di oltre 8.000 professionisti in ogni parte d’Italia. Il nostro scopo è far incontrare le aziende di lavori in casa e i clienti, permettendo di scegliersi sulla base di informazioni chiare e rilevanti.

Dagli una possibilità: Instapro è facile e gratuito.

Altre letture consigliate

Mettiti in contatto con i professionisti per permettere loro di stimare accuratamente il prezzo per la tua richiesta.

Trova un imbianchino vicino a te