Usando Instapro, acconsenti all'uso di cookies per migliorare la tua esperienza.
Panoramica Costruzione e ristrutturazione casa

Come ristrutturare casa

11-07-2019

Come ristrutturare casa: consigli utili e passaggi fondamentali

Attraverso la guida che segue capirai come ristrutturare casa in modo professionale, seguendo i passaggi-chiave che ti descriveremo e procedendo passo per passo a dare nuova forma ai tuoi spazi abitativi.

Come ristrutturare casa: una valutazione preliminare

Di seguito troverai riassunta in tabella una stima globale di costi, tempi e grado di difficoltà che comporta una ristrutturazione domestica. 

Ristrutturare casa
DifficoltàAlta
Tempo di realizzazione3-4 mesi
CostoMedio
Indice: Come ristrutturare casa
  1. Gli aspetti burocratici e la verifica dello stato dell’immobile
  2. La fase di demolizione
  3. Il rifacimento degli impianti
  4. I lavori di isolamento termoacustico e la riqualificazione degli spazi
  5. Pulizia ed arredo

1. Gli aspetti burocratici e la verifica dello stato dell’immobile

Prima di focalizzare l’attenzione su come ristrutturare casa a livello concreto, è bene che tu abbia presente che per un’operazione complessa e lunga come questa possono essere necessari permessi di costruzione, o comunque dichiarazioni scritte da consegnare agli uffici comunali preposti.

2. La fase di demolizione

Una volta capito come ristrutturare casa e quali elementi sono prioritari, puoi cominciare a demolire tutti gli elementi non portanti che non faranno parte del nuovo progetto di riqualificazione, andando a rimuovere tramezze, pavimenti, controsoffitti e contro-pareti.

3. Il rifacimento degli impianti

Una volta abbattuti gli elementi strutturali, puoi cominciare a gettare le tracce per la posa dei nuovi impianti. 

4.I lavori di isolamento termoacustico e la riqualificazione degli spazi

A questo punto la nostra guida su come ristrutturare casa è arrivata all’implementazioni dell’efficienza energetica

5. Pulizia e arredo

Completano le fasi salienti della nostra guida su come ristrutturare casa in maniera efficienza quelle relative alla pulizia finale degli ambienti, rimuovendo polvere, residui di adesivi e calcinacci e preparando le stanze al loro definitivo arredo.

Questi sono gli step principali per capire come ristrutturare casa in maniera efficace

1. Gli aspetti burocratici e la verifica dello stato dell’immobile

Prima di focalizzare l’attenzione su come ristrutturare casa a livello concreto, è bene che tu abbia presente che per un’operazione complessa e lunga come questa possono essere necessari permessi di costruzione, o comunque dichiarazioni scritte da consegnare agli uffici comunali preposti.

Stando a quanto afferma l’Articolo 6 del Testo Unico sull'Edilizia, per i cosiddetti lavori di manutenzione ordinaria non è necessario alcun permesso o dichiarazione. Fanno parte di tale categoria operazioni quali ad esempio:

  • La sostituzione di pavimentazioni;
  • La sostituzione degli infissi, interni ed esterni;
  • L’eliminazione di barriere architettoniche;
  • La riparazione di impianti fognari;
  • Lavori di tinteggiatura generici.

Nel caso invece si parli di opere di manutenzione straordinaria, è bene che tu rediga o faccia redigere da un professionista iscritto all’Albo (come ad esempio un geometra o un ingegnere) Una Segnalazione Certificata d’Inizio Attività (SCIA) oppure un vero e proprio permesso di costruzione.

Quest’ultimo va richiesto e compilato quando i lavori di ristrutturazione vanno a modificare la volumetria dell’immobile dichiarata al catasto, come quando per esempio si chiude un balcone; invece la SCIA è utile nel momento in cui si eseguono lavori strutturali, anche di una certa entità, ma che comunque non vanno a modificare la cubatura catastale.

Stiamo parlando di opere quali ad esempio:

  • Il rifacimento degli impianti idrici, fognari, elettrici e di riscaldamento;
  • L’abbattimento di tramezze e muri portanti;
  • Il rifacimento di una canna fumaria;
  • La posa di tramezze e contro-soffitti.

Una volta che sarai a posto con i documenti necessari al nulla osta per i lavori, per prima cosa valuta lo stato di salute dei tuoi impianti idroelettrici, dei muri portanti e di tutte le strutture che fanno parte dei tuoi ambienti domestici.

A seconda di quella che è la gravità delle loro condizioni, comincerai ad occuparti degli elementi più bisognosi di opere edilizie, per poi concentrarsi su aspetti accessori quali:

  • Lo spostamento di tramezze e muri portanti;
  • La scelta della pavimentazione nuova da posare;
  • L’arredamento degli interni.

Solitamente si procede in prima istanza con le opere strutturali vere e proprie, per poi rifare o riparare gli impianti idrici, elettrici e di riscaldamento, per poi infine concentrarsi sull’efficienza energetica, andando ad implementare con cappotti termici e materiali ad hoc l’isolamento termico dei tuoi spazi domestici.

Sei sicuro di voler procedere da solo alla ristrutturazione di casa tua?

Hai capito che la ristrutturazione è un processo troppo lungo e complesso? Consulta una delle ditte affiliate ad Instapro: in poco tempo potrai richiedere un preventivo gratuito e avere una stima precisa del costo finale.

2. La fase di demolizione

Una volta capito come ristrutturare casae quali elementi sono prioritari, puoi cominciare a demolire tutti gli elementi non portanti che non faranno parte del nuovo progetto di riqualificazione, andando a rimuovere tramezze, pavimenti, controsoffitti e contro-pareti.

A questo punto potrai dedicare la tua attenzione ai muri portanti, che richiedono maggior attenzione nel momento in cui deciderai di abbatterli: infatti non è mai buona cosa rimuoverli d’un colpo, ben sì frazionarli e procedere all’installazione delle putrelle di sostegno, al fine di non lasciar scaricare il peso del tetto a vuoto.

In questa fase un consiglio prezioso è quello di partire dalla demolizione dei piani alti, per poi gradualmente ridiscendere verso il pianterreno; così facendo limiterai la polvere e faciliterai le operazioni di pulizia finale.

3. Il rifacimento degli impianti

Una volta abbattuti gli elementi strutturali, puoi cominciare a gettare le tracce per la posa dei nuovi impianti.

In particolare, qualora opterai per un sistema di riscaldamento a pavimento, oppure per la posa dei cavi e delle tubazioni al di sotto del piano di calpestio, abbi cura di verificare lo stato del massetto cementizio, preoccupandoti di rifarlo nel caso vi siano infiltrazioni d’umidità.

Solitamente l’ordine della messa a nuovo degli impianti è la seguente:

  • Condutture e scarichi idraulici;
  • Sanitari e cucine;
  • Impianto di riscaldamento;
  • Cavi e cablaggi elettrici;
  • Sistemi automatici, come ad esempio cancelli carrai, portoni sezionali per garage e infissi esterni;
  • Sistema di ricezione dell’antenna o della parabola.

Terminati i lavori relativi all’impiantistica, sarà il momento di posare i pavimenti nuovi e i rivestimenti di bagni e cucina, utilizzando materiali ad hoc e in grado di garantirti bellezza, funzionalità e buon isolamento.

Hai dei dubbi circa il costo complessivo della ristrutturazione di casa tua?

Stai cominciando a capire come ristrutturare casa ma non hai ancora idea di quanto ti costerà nel suo complesso?

Consulta la pagina di Instapro dedicata ai lavori svolti dai professionisti affiliati; in questo modo potrai farti un’idea di spesa media e mettere da parte un budget sufficiente alla realizzazione dei lavori.

4. I lavori di isolamento termoacustico e la riqualificazione degli spazi

A questo punto la nostra guida su come ristrutturare casa è arrivata all’implementazioni dell’efficienza energetica, che passa attraverso la posa di elementi quali:

  • Pannelli o rotoli di materiale isolante, da posar e pavimento e/o nei muri perimetrali;
  • Infissi a taglio termico;
  • Pannelli solari od impianti fotovoltaici;
  • Sistemi di climatizzazione e di riscaldamento con classi energetiche elevate, che ti faranno risparmiar e sui costi energetici annui.

Tra gli interventi più importanti di una ristrutturazione vi è poi la riqualificazione degli spazi domestici, con la scelta del numero di vani, della loro metratura complessiva, e della scelta relativa a rivestimenti e colori delle pareti.

Qui sarai tu stesso a decidere se optare per un open space in zona giorno, oppure separare con una piccola muratura la zona della cucina, oppure a installare una cabina armadio o un bagno padronale all’interno della tua stanza da letto.

5. Pulizia e arredo

Completano le fasi salienti della nostra guida su come ristrutturare casa in maniera efficienza quelle relative alla pulizia finale degli ambienti, rimuovendo polvere, residui di adesivi e calcinacci e preparando le stanze al loro definitivo arredo.

Per quanto riguarda il design, potrai essere libero di sfogare la tua fantasia scegliendo:

  • I tessuti delle tende;
  • Un’eventuale selezione di carte da parati;
  • Gli impianti d’illuminazione;
  • I mobili e le suppellettili per camere da letto e zona giorno.

Tutto ciò contribuirà a rispecchiare la tua personalità all’interno delle tue stanze.

Trova la ditta specializzata più adatta a te in modo veloce con Instapro

Hai capito come ristrutturare casa ma vuoi comunque affidarti a un vero e proprio esperto nelle riqualificazioni domestiche? Sulla nostra piattaforma decine di professionisti sono pronti ad offrirti i loro servizi al miglior rapporto qualità-prezzo.

Confronta ciascuna ditta grazie alle recensioni dei clienti: così facendo potrai effettuare una prima selezione basandoti sulle impressioni di chi si è già affidato loro prima di te.

A proposito di Instapro

Instapro è il modo più semplice, gratuito e veloce per cercare ditte specializzate in vari settori ed approfittare dei loro servizi; richiedi gratuitamente il tuo preventivo e comincia subito a dar nuova forma alla tua casa.

Altre letture consigliate

Mettiti in contatto con i professionisti per permettere loro di stimare accuratamente il prezzo per la tua richiesta.

Trova un edilizia vicino a te