Panoramica Cartongesso

Come stuccare il cartongesso

16-07-2019

Come stuccare il cartongesso

Impara a stuccare il cartongesso in maniera professionale seguendo i consigli della nostra guida

Come stuccare il cartongesso: valutazione indicativa progetto

Ecco una valutazione generale per il lavoro di stuccatura del cartongesso.

Stuccare il cartongesso
DifficoltàMedia
Tempo di realizzazione1 giorno
CostoMedio
Indice: Come stuccare il cartongesso
  1. Pulizia e preparazione della parete
  2. Preparazione dello stucco
  3. Applicazione dello stucco sui giunti e sulle viti
  4. Applicazione del nastro microforato
  5. Applicazione di una seconda mano di stucco
  6. Finitura degli spigoli

Ecco quali sono i vari passaggi per stuccare il cartongesso con cura e precisione

1. Pulizia e preparazione della parete

Una volta terminata la realizzazione di una parete in cartongesso, ad esempio per dividere una stanza in due zone o creare una cabina armadio, è necessario rifinire e stuccare con cura la superficie per renderla omogenea e procedere poi a decorarla con vernice, carta da parati o un altro tipo di rivestimento.

Inoltre, stuccare il cartongesso con accuratezza significa anche renderlo più solido e resistente e rafforzarne le doti di isolamento termico e acustico. Una buona stuccatura rende la parete in cartongesso estremamente stabile e ne migliora la resistenza anche nei confronti di sollecitazioni esterne come umidità e fuoco.

La prima fase della stuccatura del cartongesso consiste nella pulizia accurata, al fine di liberare completamente la parete dalla polvere, specialmente nei giunti e in prossimità delle viti che fissano i pannelli alla struttura portante. Si tratta di un’operazione molto importante per favorire la stesura dello stucco, considerando che, principalmente, le parti da stuccare sono proprio i giunti.

Sicuro di voler procedere a stuccare il cartongesso da solo?

Ora che stai iniziando a scoprire come stuccare il cartongesso, sei ancora certo di voler procedere in autonomia o preferisci rivolgerti ad un professionista? Nella tua ricerca di un artigiano specializzato affidati ad Instapro, che ti permette di entrare in contatto con i migliori professionisti, in grado di lavorare con la massima precisione e di offrirti un eccellente rapporto tra qualità e prezzo.

2. Preparazione dello stucco

In relazione alle tue esigenze, all’ambiente di destinazione e ai tuoi tempi di lavoro, puoi scegliere tra diverse varietà di stucco:

  • stucco a presa rapida, ideale soprattutto in presenza di umidità, ad esempio in bagno, in cucina, in taverna o in un box;
  • stucco a presa, che si solidifica di solito in un periodo di tempo dalle 3 alle 5-6 ore, in base alla qualità e alle caratteristiche ambientali;
  • stucco a essicazione, che richiede circa 12 ore di tempo per solidificarsi.

Nella tua scelta tieni conto che più è rapido il tempo di solidificazione dello stucco, più rapidamente devi lavorare: nella maggior parte dei casi è consigliato lo stucco a presa, non troppo rapido ma che non richiede lunghi tempi di attesa.

In commercio puoi trovare anche stucco in pasta già pronto all’uso, ideale soprattutto per le finiture, che richiedono uno strato di prodotto molto sottile. Ricorda che lo stucco in pasta lo puoi conservare per un certo periodo, mentre lo stucco in polvere deve essere preparato nella quantità giusta per ogni utilizzo.

Per preparare lo stucco devi mescolare la polvere in un secchio con acqua secondo le dosi indicate. Una volta formato l’impasto, per evitare la formazione di grumi evita di aggiungere altro stucco, lascia riposare l’impasto una ventina di minuti e inizia a stuccare il cartongesso secondo le tue necessità.

3. Applicazione dello stucco sui giunti e sulle viti

Per procedere a stuccare il cartongesso lungo i giunti e sulle teste delle viti puoi utilizzare una spatola in acciaio di larghezza sufficiente o una cazzuola da muratore. É importante che tu provveda ad applicare una quantità sufficiente di stucco per garantire la corretta copertura.

Se i punti da stuccare dovessero presentare crepe e piccole imperfezioni, ti consigliamo di provvedere prima a chiuderle, pareggiando la superficie della lastra, e successivamente, dopo l’essiccazione, a procedere con la stuccatura dei giunti e delle aree in cui sono state inserite le viti.

Hai qualche dubbio riguardo ai costi per stuccare il cartongesso?

Se non sei ancora convinto di procedere con i lavori e vuoi farti prima un'idea dei prezzi puoi consultare la nostra guida ai prezzi sull' intonacatura e stuccatura.

4. Applicazione del nastro microforato

Dopo l’applicazione dello stucco sui giunti, devi proseguire a stuccare il cartongesso applicando l’apposito nastro microforato con la massima precisione possibile, cercando di centrare perfettamente la linea di giunzione tra i pannelli.

Devi stendere il nastro in maniera tale da coprire perfettamente sia i giunti che le teste delle viti, procedendo poi a ricoprirlo con lo stucco in modo da creare una superficie uniforme. É importante passare la spatola con cura lungo la linea del nastro per fare sì che lo stucco penetri attraverso la microforatura e, al contempo, per eliminare la quantità di stucco in eccesso.

In alternativa puoi utilizzare il nastro adesivo in rete, evitando di stendere il primo strato di stucco: in questo caso devi applicare prima il nastro, lungo i giunti e le parti avvitate, per poi proseguire con la prima mano di stucco, prestando attenzione che questo penetri attraverso le maglie del nastro colmando i giunti, per ottenere una parete liscia e omogenea.

5. Applicazione di una seconda mano di stucco

Dopo la stesura della prima mano di stucco e del nastro di armatura microforato, quando il tutto è asciugato perfettamente, devi procedere a stuccare il cartongesso con una seconda mano, per rendere la superficie dei pannelli più regolare e priva di difetti.

Non è raro che sia necessaria anche una terza mano di stucco: tieni conto che, per livellare al massimo la superficie della parete, la terza mano dovrà essere più sottile ma applicata su una larghezza maggiore della precedente. In questo modo lo spessore si confonderà perfettamente con il piano del pannello, offrendo come risultato una superficie regolare. Per ottenere il risultato migliore devi inoltre stuccare il solco dei giunti in contemporanea agli avvallamenti creati dalle viti.

6. Finitura degli spigoli

Se la tua parete è costituita da due parti unite ad angolo retto, devi stuccare il cartongesso lungo lo spigolo utilizzando gli appositi angolari in acciaio. Si tratta di elementi in metallo forato da applicare lungo lo spigolo (ti consigliamo di acquistarli già tagliati in misura) e da fissare con uno strato di stucco. Successivamente, per pareggiare lo spessore del paraspigolo sulla lastra di cartongesso in modo da risultare invisibile, è necessario rifinire l’angolo applicando un ulteriore strato di stucco, distribuito in maniera tale da livellare la superficie e nascondere la differenza di spessore.

A questo punto, quando anche l’ultima mano di stucco sarà perfettamente asciutta, potrai procedere a rifinire la parete come preferisci, utilizzando pittura, smalto, carta da parati o un altro tipo di rivestimento.

Trova il professionista adatto a te con Instapro per stuccare il cartongesso

Se hai capito meglio come stuccare il cartongesso e preferisci rivolgerti ad un professionista piuttosto che procedere con le tecniche fai da te, Instapro rappresenta la soluzione che stai cercando. Grazie al nostro servizio, hai la possibilità di contattare i migliori artigiani che lavorano nella tua zona e richiedere gratuitamente informazioni e preventivi riguardo al lavoro di stuccatura delle pareti in cartongesso.

In questo modo potrai conoscere con precisione i costi e i tempi necessari per questo tipo di intervento, con l’ulteriore possibilità di confrontare più preventivi, al fine di individuare quello ideale per te e prendere accordi direttamente con l’artigiano che hai selezionato.

Instapro: cos'è e come funziona

Instapro attraverso la propria piattaforma digitale offre un servizio gratuito che consiste nel contattare artigiani, professionisti e imprese per richiedere informazioni sui costi e sui preventivi.

La possibilità di ottenere diversi preventivi ti permette inoltre di metterli a confronto e di orientarti verso il professionista ideale per te. Gli artigiani e le imprese che lavorano con Instapro sono selezionati per l’alta qualità delle prestazioni e le doti di affidabilità e serietà.

Altre letture consigliate

Mettiti in contatto con i professionisti per permettere loro di stimare accuratamente il prezzo per la tua richiesta.

Trova un cartongessista vicino a te