Usando Instapro, acconsenti all'uso di cookies per migliorare la tua esperienza.

Panoramica Isolamento

Insonorizzare stanza: costo e guida pratica

Insonorizzare stanza: costo e consigli pratici. Come insonorizzare una stanza? Quando conviene farlo? Quali sono i materiali sul mercato? Le guida di Instapro con tutte le informazioni utili e il tuo preventivo gratuito.

Vuoi ricevere preventivi su misura da ditte nella tua zona?

Insonorizzare stanza: costo e informazioni generali

L’isolamento acustico di una stanza, o di tutta l’abitazione, può essere opportuno per cause diverse. Insonorizzare la stanza da letto, per esempio, può essere necessario in caso di vicini di casa rumorosi o per difendersi dai rumori molesti provenienti dall'esterno: una strada trafficata, locali notturni, ferrovia o aeroporto nelle vicinanze. Insonorizzare la stanza musica, dove ascoltarla o anche produrla, si rende necessario sia per ottimizzare il suono, sia per non arrecare disturbo al resto della famiglia o al vicinato. In linea generale comunque la silenziosità di un immobile, o di parte di esso, è un fattore chiave per determinare il comfort ambientale e la vivibilità domestica. Ciò premesso, entriamo nello specifico e vediamo come insonorizzare una stanza e quanto costa. L'isolamento acustico prevede alcuni passaggi chiave per essere messo in atto con successo. Ecco quali sono:

  1. Sopralluogo - Passo iniziale per massimizzare la resa del tuo budget e per non ritrovarsi a imprevisti in corso d'opera. In questa fase il professionista effettua calcoli di misurazione lineare delle superfici e la rilevazione fonometrica per stabilire la fonte delle onde sonore e il loro riverbero acustico.  
  2. Scelta dei materiali - Con dati e rilievi alla mano, si passa alla scelta dei materiali. Questa fase è conseguente al tipo di intervento di insonorizzazione che vuoi ottenere. È necessario agire sugli infissi, o invece sulle pareti, o magari su entrambi?
  3. Preventivo - Le voci di costo devono essere dettagliate e riportare i costi dei materiali, quelli degli interventi edili e della manodopera e le tempistiche di attuazione.
  4. Collaudo e garanzie - Le garanzie devono riguardare sia la qualità dei materiali (sicuri, atossici, ecologici etc.), sia quella dell'efficienza del lavoro svolto. I calcoli fonometrici al termine dei lavori, perciò, sono indispensabili per attestare in una scheda apposita - firmata dal tecnico del settore - i valori misurati, le migliorie apportate e i risultati del collaudo finale secondo le norme ISO-UNI 16283. 

Ma quanto costa insonorizzare una stanza? Dipende dai materiali scelti, dalle opere edili necessarie e dalla singola finalità del progetto. Sono queste variabili a determinare la forbice di prezzo. Tenendo presente che il costo di insonorizzazione di una stanza varia da 40 € a 150 € al mq e che i costi della manodopera oscillano tra 20 € e 40 € l'ora, ecco uno schema che riassume le possibili voci di preventivo.

Insonorizzare stanza: tabella prezzi

Insonorizzare stanza costo mqDa - A
Insonorizzazione soffitto30 € - 60 €
Insonorizzazione pareti40 € - 80 €
Infissi antirumore200 € - 500 €

NOTA i prezzi sono suscettibili di variazioni a seconda del tipo di lavoro da eseguire, della sua qualità e della regione nella quale ti trovi

N. B. A seconda della tipologia di intervento - come per esempio nel caso di installazione del controsoffitto o delle contropareti acustiche - fino al 31 dicembre 2019 è possibile richiedere una detrazione fiscale pari al 50% dei costi sostenuti. Si tratta di un recupero fiscale applicato sulla tassa IPERF in dieci rate annuali di pari importo. Per usufruire delle agevolazioni per la ristrutturazione edilizia devono essere presentate in fase di dichiarazione dei redditi, copie delle fatture e dei pagamenti effettuati con bonifico bancario Art. 16 bis TUIR.

insonorizzare-stanza

Insonorizzare stanza: costo, materiali e tipologie

Ma come funziona in pratica l'insonorizzazione di una stanza? Dopo avere valutato su quali elementi intervenire e quali sono le specifiche esigenze da risolvere, si procede con uno dei seguenti interventi, che possono essere anche combinati. 

  • Insonorizzare le pareti - La pratica più diffusa è l’utilizzo dei pannelli con materiali fonoassorbenti. Per la realizzazione si edificano delle contropareti, per esempio in cartogesso, ad intercapedine riempita di materiale insonorizzante o fonoassorbente. I materiali usati possono essere minerali, con buone prestazioni e costo accessibile, come la lana di roccia e la lana di vetro che assorbono le onde sonore e sono venduti a rotoli. Materiali vegetali, come il legno ed il sughero venduti in fogli da tagliare su misura. Materiali polimerici o sintetici, come il poliuretano, ovvero il polistirolo: pannelli con alte prestazioni fonoisolante, che fanno rimbalzare le onde sonore attutendone contemporaneamente il riverbero.
  • Insonorizzare il soffitto - Per questo tipo di intervento è necessario realizzare un telaio metallico, un controsoffitto ad intercapedine, poi rivestito di cartongesso, sigillato con gomma fonoassorbente ed adesivi refrattari alle vibrazioni. Il riempimento sarà fatto con del materiale insonorizzante scelto fra quelli elencati sopra.
  • Insonorizzare il pavimento - Non è una pratica molto diffusa, ma per questo tipo di insonorizzazione andranno inseriti dei tappeti fonoassorbenti tra il massetto ed il pavimento. Anche la scelta del pavimento è importante per la qualità del lavoro: il parquet per esempio ha un'elevata resa nell'isolamento acustico.
  • Insonorizzare gli infissi - Il telaio può essere indifferentemente di legno, alluminio o PVC. Saranno il montaggio - con l’uso di sigilli biadesivi antivibrazione e di guarnizioni in gomma fonoassorbente - come pure lo spessore della camera d'aria del vetro a fare la differenza per l'abbattimento del rumore esterno.

Insonorizzare stanza musica

E se l'esigenza specifica fosse quella dell'isolamento acustico per la stanza della musica? Esercitarsi con uno strumento musicale può essere tanto piacevole per chi è impegnato in prima persona, quanto fastidioso per chi è costretto a subirne gli effetti. Ecco perché in questo breve paragrafo vogliamo dare qualche consiglio pratico agli aspiranti musicisti. Che la tua passione sia chitarra, la batteria, oppure il basso ti basterà usare alcuni piccoli accorgimenti pratici per consentirti di suonare più a lungo, evitando di arrecare disturbo a familiari e vicini con conseguenti problematiche e diverbi. Anche per questo tipo di intervento il metodo più diffuso è quello di installare i pannelli fonoassorbenti di poliuretano, simili ai contenitori per le uova: il materiale e la forma permettono di assorbire le onde sonore senza farle rimbalzare sulle pareti. Il risultato sarà un abbattimento del suono in uscita, ma anche minore eco dentro la stanza con ottimizzazione dell'acustica. Per il pavimento, invece, dei tappetini spessi e morbidi possono risultare utili per assorbire parzialmente i suoni. Due avvertenze sono a questo punto necessarie:

  1. il metodo fai da te garantisce risultati non misurabili e di efficacia minore rispetto ad interventi strutturali sulle pareti, gli infissi o sul soffitto;
  2. pratica il buon senso se vuoi metterti al riparo da ogni possibile fonte di discussione. Poiché infatti non esistono leggi unificate, ma singoli regolamenti che normano il 'rumore condominiale' ricordati di rispettare le fasce orarie deputate al silenzio, quelle notturne in particolare e quelle mattutine nei giorni festive.

Insonorizzare stanza da letto

La salvaguardia della qualità del riposo è un bisogno primario e uno degli standard di qualità ambientale domestica. Ecco quindi perché insonorizzare la stanza da letto è fra le esigenze più comuni in questo tipo di intervento strutturale sulle abitazioni. Sintetizziamo il procedimento da seguire per ottenere il risultato sperato. 

  • Individuare dove e come intervenire - Se il rumore è esterno, converrà lavorare sui serramenti con particolare attenzione ai cassoni degli avvolgibili, punto debole nel passaggio delle onde sonore. Se invece è il calpestio o il rumore da urto proveniente dal piano superiore a danneggiare il comfort della tua camera da letto, l’azione necessaria sarà quella di creare un’apposita struttura isolante per la tua stanza, agendo non solo sul soffitto ma anche sulle pareti.
  • Misurare l'efficacia desiderata e gli spazi disponibili - Tieni a mente una semplice regola, che vale universalmente quando si parla di isolamento acustico: più spazio sei disponibile a sacrificare migliore sarà il risultato. Perché? Perché il processo di abbattimento del rumore richiede sempre di frapporre una sovrastruttura - telai, pannelli fonoisolanti etc. - fra la fonte del rumore e chi lo subisce. Se lo spazio a disposizione è di pochi centimetri, il costo sarà maggiore e il livello di insonorizzazione minore rispetto alle aspettative.

Insonorizzare stanza: costo, qualità e risparmio su Instapro

Ora che tutte le informazioni su insonorizzare stanza - costo, materiali e tipologie di interventi - sono in tuo possesso, puoi decidere consapevolmente come e quando procedere. La consulenza di un professionista del settore è quello che ti manca per completare il tuo progetto. Sarà lui infatti a compiere il sopralluogo e le misurazioni opportune, valutando l'entità dell'intervento in relazione al budget e alle esigenze. Insieme potrete studiare i materiali più idonei e le soluzioni più adatte per la tua abitazione. Perché aspettare, quindi? Con Instapro, la piattaforma che mette in contatto clienti e professionisti di zona, puoi ricevere le offerte su misura per te. Gratis e senza alcun impegno da parte tua. Compila la richiesta online e attendi circa 24-48 ore per le risposte dei professionisti. Confronta e decidi anche in base alle recensioni degli altri clienti. Facile, sicuro e a portata di click.

Trova un ditta isolamento vicino a te