Panoramica Cucina

Come costruire una cucina in muratura

30-07-2019

Come costruire una cucina #in muratura bella e solida

Vuoi avere una cucina bella e duratura nel tempo? Scopri come costruire una cucina in muratura grazie alla nostra guida: in pochi e semplici passaggi potrai realizzare un progetto degno di un muratore professionista.

Come costruire una cucina in muratura: considerazioni generali

Se hai dubbi circa tempistiche, costi e grado di difficoltà relativi alla realizzazione della tua cucina in muratura, di seguito troverai una tabella che ti chiarirà le idee.

Realizzare cucina in muratura
DifficoltàAlta
Tempo di realizzazione  3-15 giorni
Costo  Medio-alto

Indice: Come costruire una cucina in muratura

  1. Creare il progetto su carta
  2. Costruire la struttura portante
  3. Preparare e posare il piano di lavoro
  4. La cappa e le finiture

Ecco i passaggi fondamentali per capire come costruire una cucina in muratura

### 1. Creare il progetto su carta

Prima di arrivare a capire nel concreto come costruire una cucina in muratura è bene avere un progetto ben chiaro in testa: infatti è bene conoscere le esatte misure dell’ambiente per capire le dimensioni ideali del piano cottura e di quello di lavoro, per poi inserire gli elettrodomestici, i pensili e tutto il resto dell’arredamento.

Comincia quindi a tracciare su un foglio di carta uno schema delle dimensioni effettive dell’ambiente, prendendo accuratamente tutte le misure necessarie alla costruzione della cucina in muratura.

Fatto questo, puoi già segnare sulla parete con l’aiuto di una matita o di un gesso le tracce per la posa a muro dei pensili e quelle relative all’installazione dello scheletro del piano cottura.

Discorso simile vale per gli attacchi relativi a luce e gas, così come per le prese elettriche: infatti queste ultime dovranno essere comode, visibili oppure nascoste alla vista, a seconda della loro destinazione d’uso.

Sei sicuro di voler costruire la tua cucina in muratura da solo?

Sei curioso di capire come costruire una cucina in muratura ma la mole di lavoro ti dà qualche perplessità? Contatta via Instapro un muratore professionista, che realizzerà il tuo progetto seguendo le tue specifiche direttive.

Con Instapro qualità, convenienza e risparmio sono alla portata di tutti.

### 2. Costruire la struttura portante

Una volta che le misure saranno giuste, comincerai a costruire concretamente la tua cucina in muratura, a partire dalla struttura portante, solitamente realizzata a partire da materiali quali:

  • Calcestruzzo;
  • Mattoni forati, che sono la vera e propria ossatura della struttura;
  • Malta fine, che costituirà l’intonaco esterno di rivestimento.

I muretti intermedi della struttura sono molto importanti, poiché andranno a sorreggere il peso del piano cottura, del top di lavoro e del lavello a incasso; perciò abbi cura che siano sufficientemente larghi e solidi.

Per quanto riguarda l’altezza dei muretti, solitamente la media è di 80-90 centimetri, ma devi tenere conto anche dello spessore del piano di lavoro, che alzerà ancora di qualche centimetro la tua cucina in muratura rispetto al piano di calpestio.

Una volta che avrai diviso i vani mediante i muretti laterali di sostegno, puoi cominciare a costruire i ripiani, che solitamente sono realizzati in legno e fissati alla muratura mediante apposite staffe.

La loro altezza è di solito pari a circa 10 cm, mente sarai tu a dover deciderne la profondità, per poter comodamente prendere e riporre gli oggetti e i cibi senza dover fare molto sforzo.

### 3. Preparare e posare il piano di lavoro

A questo punto la nostra guida su come costruire una cucina in muratura non può prescindere dal parlare del piano di lavoro, il quale sarà realizzato a partire dal materiale che tu stesso deciderai.

Di solito i più richiesti sono:

  • Il marmo, elegante ma da pulire con cura, in quanto poroso e sensibile a sporco ed agenti chimici;
  • La ceramica, che va di solito a rivestire una tavola di legno robusto che le fa da fondo;
  • L’okite, materiale molto costoso ma resistente a qualunque tipo di agente chimico e graffio;
  • Il legno massello, elegante e raffinato, ma da trattare ad hoc per implementarne la resistenza;
  • L’acciaio, solido e duraturo, che però deve essere pulito a dovere, onde evitare la formazione del calcare;
  • Quarzo e granito, pietre dure che al pari del marmo necessitano di parecchie attenzioni.

Dopo aver scelto il materiale e dimensionato il tuo piano, dovrai prepararlo per ricevere il lavello e i fuochi ad incasso, a meno che tu non abbia optato per un’isola o una penisola a parte in cui posizionare fornelli e presa d’acqua.

Qui entra in gioco una fase molto delicata, poiché dovrai considerare aspetti quali:

  • Le dimensioni del lavandino;
  • Il fatto di ospitare o meno un lavello doppio, che richiederà maggiore spazio per il suo incasso;
  • Le misure relative al piano cottura.

Una volta fatte le dovute considerazioni, comincia a tracciare sul piano le misure precise di lavello ed elettrodomestici da incassare nel piano, da realizzare con un flessibile dotato di una lama in grado di tagliare il materiale in questione.

A questo punto non ti resta che incollare il piano alla struttura portante della cucina in muratura, utilizzando collanti ed adesivi in grado di far presa sul materiale specifico del top.

Una volta che la colla si sarà asciugata, potrai procedere alla fase di incasso di lavello e piano cottura, per completare la superficie di lavoro della tua cucina

Vuoi sapere quanto costa costruire una cucina in muratura?

Stai cominciando a capire come costruire una cucina in muratura ma non hai idea di quanto ti verrebbe a costare?

Consulta la pagina di Instapro dedicata alle cucine in muratura: troverai un riepilogo completo dei materiali necessari alla realizzazione del tuo progetto e i relativi prezzi.

### 4. La cappa e le finiture

Completano le fasi costruttive della cucina la realizzazione della cappa e il montaggio degli sportelli e dei pensili che andranno a completare l’arredo di questa stanza.

Prima di procedere al montaggio dei pensili sarà però bene che tu vada a rifinire la struttura portante dei muretti, intonacandola a dovere ed eventualmente rivestendola con maioliche, gres porcellanato e mattonelle di ceramica che soddisfino il tuo gusto estetico.

In alternativa puoi lasciare la struttura senza rivestimento, purché tu decida comunque di intonacarla e di dipingerla con una pittura al quarzo del colore che più ti piace.

Successivamente potrai cominciare a montare le cerniere dei pensili, solitamente realizzati a partire da materiali quali:

  • Legno, classico e ricco di calore ed eleganza;
  • Vetro, luminoso e moderno;
  • Metalli come acciaio e vetro, adatti ad una cucina arredata in stile minimal*o *industrial.

Se vuoi dare più solidità alle ante dei tuoi sportelli, puoi pensare a costruire un piccolo telaio di sostegno in legno, da avvitare alla muratura dei muretti di sostegno e sulle quali montare le cerniere.

Un’altra fase molto delicata riguarda poi la costruzione della cappa di cucina, che andrà realizzata a partire da mattoni forati e cemento, e che deve avere la giusta inclinazione, onde garantirti il giusto tiraggio.

In alternativa potresti realizzare una cappa a partire dall’utilizzo di pannelli di legno, da assemblare tra loro con collante e chiodi in modo da avere la forma da te desiderata, per poi installarla direttamente a parete, una volta stuccata e dipinta con vernici per legno.

A prescindere dal materiale della cappa, dovrai preoccuparti di inserire al suo interno un motore di aspirazione, allo scopo di risucchiar ei fumi della cucina e di smaltirli tramite la canna fumaria all’esterno dell’abitazione.

Queste cappe in gergo si definiscono a tiraggio forzato, e rispetto a quelle a tiraggio naturale sono molto più efficienti, poiché risentono molto meno dei fenomeni di bassa pressione e del vento, che può inficiare l’espulsione dei fumi all’esterno tramite la canna fumaria.

Completano la costruzione della tua cucina le seguenti operazioni di finitura:

  • l’inserimento di forno, frigorifero ed altri elettrodomestici;
  • L’installazione dell’impianto di illuminazione;
  • il collegamento alla rete idrica, elettrica e del gas del lavello, del piano cottura e dei restanti elettrodomestici.

Trova su Instapro un muratore professionista in grado di costruire la tua cucina in muratura

Ora che hai appreso come costruire una cucina in muratura, se non ti senti all’altezza del progetto puoi comunque avvalerti della nostra piattaforma per contattare una ditta specializzata.

Confronta i servizi di ciascuna di esse, leggi le loro recensioni rilasciate dagli utenti e richiedi gratis il tuo preventivo: su Instapro avrai tempi di risposta rapidi e il massimo dell’esperienza certificata.

A proposito di Instapro

Instapro è una piattaforma pensata per rispondere alle esigenze dei clienti riguardo a lavori domestici di ogni tipo.

Se ti interessa un preventivo di uno specialista muratore per realizzare la tua cucina in muratura puoi contattare la ditta che più soddisfa i tuoi requisiti e decidere se e quando dare il via ai lavori di costruzione, senza alcun vincolo nei nostri riguardi e in modo del tutto trasparente.

Altre letture consigliate

Mettiti in contatto con i professionisti per permettere loro di stimare accuratamente il prezzo per la tua richiesta.

Trova un specialista cucine vicino a te