Usando Instapro, acconsenti all'uso di cookies per migliorare la tua esperienza.

Panoramica Bagni e sanitari

Come ristrutturare un bagno

18-07-2019

Come ristrutturare un bagno

Se ti sei sempre chiesto come ristrutturare un bagno, ecco la guida completa di Instapro. Potrai trovare tanti dettagli utili e consigli pratici. Se a fine guida non sei convinto, potrai inviare una richiesta gratuita ai nostri professionisti.

Informazioni su come ristrutturare un bagno

Come ristrutturare un bagno: valutazione indicativa del progetto

Ecco una tabella riassuntiva su costi, difficoltà e tempistiche su come ristrutturare un bagno.

Ristrutturare un bagno
DifficoltàAlta
Tempo di realizzazione2 - 35 giorni 
CostoMedio - Alto

Indice: Come ristrutturare un bagno 

 

  1. Progetto
  2. Demolizione
  3. Impiantistica
  4. Massetto
  5. Intonacatura, rasatura e piastrellatura
  6. Tinteggiatura
  7. Finitura e montaggio accessori

1. Progetto

Per scoprire come ristrutturare un bagno è bene partire dalle basi. Una buona ristrutturazione, infatti, non può che partire da un progetto chiaro e dettagliato.

Se desideri ristrutturare il bagno profondamente, dovrai progettare l'intervento con l'aiuto di un professionista (architetto o geometra) che ti aiuterà nella presentazione dei documenti in comune e nella gestione del cantiere. 

Si dovranno prendere le misure, scegliere i giusti sanitari, le piastrelle più adatte e tutti gli accessori. Più elementi riesci a progettare con precisione, maggiore sarà la velocità con cui procederanno i lavori. Affidandoti a una ditta professionista non dovrai preoccuparti di nulla. Però, leggendo questa guida su come ristrutturare il bagno e facendo i lavori in autonomia potrai risparmiare e toglierti tante soddisfazioni.

Nella progettazione è bene valutare, oltre alle misure, anche la distribuzione degli spazi e dei volumi. Ad esempio, bagni piccoli potranno giovare di sanitari salva-spazio. Allo stesso modo, bagni lunghi e stretti possono diventare più funzionali con il posizionamento attento di una doccia-vasca per sfruttare la lunghezza.

Sei ancora sicuro di voler ristrutturare il bagno da solo?

Anche se in questa guida completa potrai trovare tutte le informazioni fondamentali su come ristrutturare un bagno, si tratta comunque di un lavoro molto complesso. Sono necessarie competenze di idraulica, elettrica ed edilizia. Senza contare la rasatura, la tinteggiatura... Insomma, meglio affidarsi a una ditta professionista. 

Se vuoi confrontare vari preventivi, puoi inviare subito la tua richiesta a Instapro. Troveremo per te i migliori esperti che sanno come ristrutturare un bagno. Riceverai riscontri rapidi e potrai controllare liberamente i profili e leggere le recensioni. In alternativa, puoi continuare a leggere la guida e scoprire qualche dettaglio in più.

2. Demolizione

Che tu voglia sapere come ristrutturare il bagno da un punto di vista estetico o anche funzionale, la demolizione è un passaggio fondamentale. Prima di cominciare, è sempre consigliabile proteggere le altre stanze da detriti e polvere, attrezzarsi con gli strumenti più adatti e chiudere l'impianto idrico. Nel caso malaugurato in cui dovessero esserci delle perdite, non ci saranno danni irreparabili.

Smaltimento delle macerie

Forse non tutti sanno che le macerie da cantiere sono considerate rifiuto speciale e, come tale, vanno smantellate a norma di legge. Affidando il lavoro a un professionista, non dovrai pensare neanche a questo aspetto che, anzi, dovrà essere chiaramente indicato nel capitolato del preventivo.

3. Impiantistica

Una volta completata la demolizione, il prossimo passo su come ristrutturare il bagno è la predisposizione degli impianti. Si comincia solitamente con l'impianto di carico dell'acqua, ovvero i tubi che portano l'acqua calda e fredda a tutti i rubinetti. La progettazione, il primo step di questa guida su come ristrutturare il bagno, può facilitare enormemente la messa in posa degli impianti.

Se avrai già deciso la posizione dei sanitari, la tipologia, il tipo di piatto doccia e il numero di prese elettriche, non ci saranno molti dubbi quando si dovranno creare le tracce per far passare i tubi.

Impianto dell'acqua

I professionisti consigliano sempre la creazione di un collettore. Si tratta di uno snodo importante in cui arrivano tutti i tubi dalla caldaia, o altra fonte di calore, e partono alle varie utenze. Un piccolo dettaglio su come ristrutturare un bagno che rende la vita molto più semplice in caso di guasti futuri.

Per quanto riguarda i tubi dell'acqua, gli elementi più usati attualmente sono in plastica, flessibile ma resistente. Nel caso di tubi dell'acqua calda, andranno posati con la guaina isolante per mantenere il calore. Per le giunte e le saldature sono disponibili specifiche pinze oppure filettatrici per tubi di metallo.

Impianto di scarico

Altro elemento fondamentale del bagno è l'impianto di scarico. Solitamente, si crea una dorsale principale, con tubo da 10 cm di diametro (o superiore se necessario) che raccoglie tutti gli scarichi minori (da 4 cm per lavandini, doccia e vasca) o importanti (10 cm per WC). Si tratta di tubi in plastica con accessori specifici per curve, incastri, raccordi e altro.

Impianto elettrico

Un bagno moderno non può definirsi tale senza una o più prese elettriche. Ti tornerà utile una presa vicina al lavandino per elettrodomestici come il phon, il rasoio elettrico o qualsiasi altro accessorio che usi abitualmente.

Scegli un cavo del diametro appropriato (minimo consigliato 2,5mm) e raccordalo con l'impianto centrale. Potrai creare tracce nelle pareti nelle quali posare i tubi corrugati per le varie prese e interruttori.

Vuoi scoprire i prezzi per ristrutturare un bagno?

Tante persone cercano la nostra guida su come ristrutturare un bagno per risparmiare. Non mancano le esperienze negative con ditte poco serie che costano molto e portano scarsi risultati. Se i prezzi ti spaventano, in questa pagina puoi trovare una stima dei costi per la ristrutturazione del bagno

Inoltre devi sapere che tutti i nostri professionisti sono stati selezionati dopo un duro controllo documentale per assicurarti standard qualitativi. Con una richiesta gratuita potrai trovare i migliori esperti che sanno come ristrutturare un bagno, confrontarli e decidere da chi far preparare un preventivo facile da confrontare.

4. Massetto

In questo step della guida su come ristrutturare il bagno, vediamo cosa fare dopo aver demolito. Per prima cosa è bene preparare il massetto. Si tratta di una gettata di un mix cementizio sulla quale andrà posato il pavimento. Proteggerà gli impianti coprendoli totalmente.

Nel caso in cui volessi installare anche l'impianto di riscaldamento a pavimento, dovrai posare prima i pannelli isolanti, poi i tubi plastici dell'acqua e infine gettare il massetto speciale per pavimento radiante.

5. Intonacatura, rasatura e piastrellatura

Dopo che il massetto si è asciugato, si procede alla prima lavorazione delle pareti. Questo step della guida su come ristrutturare un bagno interessa esclusivamente chi ha demolito le piastrelle o ha comunque intenzione di ristrutturare le pareti.

L'intonacatura è il primo passaggio, cui segue la rasatura con materiale traspiranti e adatti all'ambiente caldo e ricco di vapore che si crea in bagno.

Scegli prodotti adatti al bagno e utilizza una riga e una livella a bolla per aiutarti a creare una parete planare, liscia e bella da vedere. Così facendo, sarà più semplice tinteggiare. Un segreto da non dimenticare se vuoi sapere come ristrutturare il bagno come un professionista, è proteggere tutti gli impianti dall'intonaco con nastro o pezzi di cartone.

6. Tinteggiatura

Quando la parete rasata avrà finito il tempo di asciugatura potrai procedere alla tinteggiatura: per il bagno è meglio scegliere tinte di qualità, traspiranti e anti-muffa.

Potrai creare il colore che preferisci partendo da una latta bianca e usando piccole boccette coloranti. Il trucco che non tutti conoscono per creare tinte colorate a prezzi ragionevoli. Cerca di abbinare bene il colore delle pareti con quello delle piastrelle e dei sanitari.

7. Finitura e montaggio accessori

Siamo arrivati al settimo e ultimo passaggio di questa guida su come ristrutturare un bagno. Una volta che la pittura si sarà asciugata e avrai steso l'ultima mano, potrai montare i sanitari e gli accessori.

Parliamo dei frutti e delle scatole elettriche, dei rubinetti e di ogni altro accessorio necessario per il bagno. Segui le indicazioni specifiche per ogni prodotto e se hai problemi, continua a leggere questa pagina su come ristrutturare un bagno per scoprire come Instapro ti possa aiutare.

Come ristrutturare un bagno facilmente con Instapro Se questa guida su come ristrutturare un bagno ti sembra troppo complicata, non temere! Basta che ci invii una richiesta gratuita per avere riscontri rapidi dai migliori esperti di ristrutturazione del bagno vicini a te. Potrai confrontare i profili e decidere liberamente a chi chiedere un preventivo. Alla fine sarai tu a scegliere a chi affidare il lavoro, senza alcun vincolo da parte nostra.

Come ristrutturare il bagno: perché farlo con Instapro? La nostra piattaforma di preventivi è semplice da usare e gratuita. Inoltre, i riscontri arrivano rapidamente: valuteremo le tue necessità per farti conoscere i migliori profili nella tua zona. Confrontali liberamente, leggendo le recensioni dei nostri utenti. Potrai decidere chi contattare direttamente per preventivi dettagliati e facili da confrontare. Un lavoro di livello da chi sa come ristrutturare un bagno!

Altre letture consigliate

Mettiti in contatto con i professionisti per permettere loro di stimare accuratamente il prezzo per la tua richiesta.

Trova un specialista bagni vicino a te