Usando Instapro, acconsenti all'uso di cookies per migliorare la tua esperienza.

Panoramica Riscaldamento

Quanto costa una termostato per la caldaia?

Perché è importante e come si sceglie un termostato caldaia? Prezzi, tipologie e funzionamento. Consigli pratici per risparmiare in bolletta e informazioni utili per un preventivo gratuito e su misura per te.

Vuoi ricevere preventivi su misura da ditte nella tua zona?

Termostato caldaia: prezzi e introduzione alla scelta

Elemento basilare per il corretto funzionamento dell'impianto di riscaldamento, la scelta del termostato richiede la pazienza di informarsi. Su cosa? Sui fattori che determinano un acquisto soddisfacente per la tua personale esigenza. Quali sono quindi le caratteristiche da valutare nello specifico per il termostato caldaia? Prezzi, ovviamente, ma anche le tipologie disponibili sul mercato e come sono abbinabili ai vari tipi di caldaie. Tra le specifiche fisiche e tecniche da considerare per la selezione del prodotto ci sono: peso, forma, design e dimensioni dell'eventuale display. Importante prestare attenzione anche alla garanzia e alla certificazione della scheda prodotto relativa alle normative europee di riferimento. Confronteremo il termostato caldaia wifi prezzi con termostato caldaia manuale prezzi, per pesare i vantaggi dell'uno e dell'altro. Per prima cosa può essere utile capire come funziona e successivamente spiegheremo quali sono le fasi del collegamento termostato caldaia.
Cosa è un termostato? Il termostato è un dispositivo di controllo della temperatura domestica, che permette di impostare la gradazione minima e massima richiesta al nostro impianto di riscaldamento. Sembra un'operazione banale, ma gli effetti benefici di questo controllo hanno riscontro sia sulle bollette, che sul benessere della persona. Impostando infatti la temperatura corretta per le proprie esigenze e necessità si abbattono gli sprechi di carburante e di elettricità e si evitano sbalzi freddo-caldo dannosi per la propria salute. Prima di procedere con la tabella dei prezzi dei termostati in commercio, un accenno alla due principali tipologie: i termostati meccanici di tipo tradizionale e i cronotermostati, o termostati evoluti come quelli con tecnologia wifi e smart. La differenza principale, che incide anche sui rispettivi costi, è questa: il termostato caldaia manuale permette di impostare il minimo e il massimo e di gestire solo l'accensione e lo spegnimento a seconda della temperatura interna; il termostato caldaia digitale, invece, consente di stabilire anche le fasce orarie ed eventualmente i giorni nei quali accendere o spegnere, ovviamente sulla base delle temperature impostate, inoltre se dotato della funzione antigelo mette in azione la caldaia quando la temperatura esterna è prossima a quella di congelamento.

Termostato caldaia: tabella prezzi

Scopriamo ora insieme i prezzi medi indicativi.

Termostato caldaia prezziDa - A
Termostato caldaia manuale prezzi20€50€
Cronotermostato caldaia digitale prezzi60€120€
Termostato caldaia wifi prezzi150€190€
Termostato caldaia smart prezzi220€260€

NOTA che i prezzi potrebbero variare per il tipo di lavoro da effettuare, la qualità dell'esecuzione e la regione nella quale ti trovi

Termostato caldaia: prezzi e vantaggi

Proviamo adesso a 'pesare' i benefici di installare il termostato adatto alle esigenze della propria abitazione o del proprio ufficio. Quali sono i vantaggi di impostare la corretta temperatura relativa allo specifico fabbisogno termico? Eccoli riassunti in un semplice schema:

  • Il vantaggio più immediato è il risparmio sulle bollette di luce e gas. Questo vale sia per il termostato tradizionale che per quelli evoluti. Infatti, impostando la temperatura sul regime costante di 18°C / 20°C, un livello standard per sopportare le punte di freddo invernale, si aumenta l'efficienza energetica dell'impianto, evitando sprechi di calore. Le stime parlano di un risparmio medio sulle spese di riscaldamento pari al 15%. È sufficiente infatti abbassare anche soltanto di 1°C la temperatura del termostato per avere fino al 7% di economia energetica.
  • Per quanto riguarda invece i termostati evoluti, se collegati allo smartphone o al tablet, possono essere comandati anche in mobilità e da remoto permettendo una regolazione in tempo reale della temperatura anche in base alla presenza o meno delle persone in casa o in un ufficio. Inoltre questo tipo di apparecchi rientrano fra quelli previsti nell'Ecobonus domotica 2019, che prevede una detrazione pari al 65% sulle spese sostenute per acquisto, installazione e messa in opera di dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione. Per fruire dell'Ecobonus domotica è obbligatoria la Comunicazione ENEA.

Termostato caldaia: prezzi e tipologie

Quali sono i principali tipi di termostati in commercio? Li dividiamo per praticità in tre categorie, dai più semplici ed economici ai più evoluti e costosi.

  • Termostato tradizionale. Il termostato meccanico permette generalmente di impostare solo l'accensione e lo spegnimento, con una programmazione basica definita on-off. In pratica, dopo aver impostato i valori della temperatura minima e massima il termostato attiverà o spegnerà la caldaia in modo automatico e costante senza possibilità di variazioni o di programmazioni più avanzate. Gli svantaggi? Lo spreco di energia e il comfort domestico minore. Come vantaggi invece la semplicità di utilizzo e il termostato caldaia manuale prezzi di acquisto contenuti. 
  • Cronotermostato. Medesima funzione del termostato manuale, ma con maggiori funzionalità. In particolare quella di impostare un programma di accensione e spegnimento diviso per fasce orarie e per giorni della settimana. Lo strumento rileverà, secondo programmazione, la temperatura interna adeguandola a quella desiderata. Per il suo utilizzo non servono competenze specifiche, ma per sfruttarne al massimo la tecnologia il ricorso al libretto di istruzioni è d'obbligo. Maggiore controllo, maggiore risparmio: è questo, ovvero l'economia degli sprechi, il vantaggio più evidente rispetto al termostato meccanico.
  • Termostato smart. Ancora più controllo e quindi risparmio più consistente per i dispositivi che possono essere regolati a distanza, in tempo reale, tramite smartphone o tablet. I termostati smart sono collegati alla caldaia o ai terminali dell’impianto e la loro tecnologia intelligente permette di ‘imparare’ per anticipare i nostri bisogni. Accendendo o alzando la temperatura quando stiamo per rientrare in casa, abbassandola se siamo fuori, normalizzandola in base alle condizioni meteo. Si tratta di piccoli computer deputati al risparmio di energia e ad ottimizzare il comfort domestico. Come visto, i termostato caldaia wifi prezzi sono più elevati, ma i benefici a breve termine ripagano l’investimento iniziale.

Collegamento termostato caldaia: come si fa?

Il collegamento termostato caldaia è un’operazione semplice, ma richiede di seguire delle norme di comportamento basilari per la sicurezza personale e dell’impianto. Innanzitutto il ‘fai da te’ è possibile solo in caso di sostituzione, non di installazione, di un termostato a pile o elettrico con uno di pari categoria. In tutti gli altri casi, dovrai rivolgerti ad un professionista, elettricista o tecnico caldaista, che possa aggiungere e collegare i fili elettrici all'impianto domestico. Ciò premesso, ecco sintetizzate le fasi per l’operazione:

  1. Staccare la corrente dal quadro elettrico. È sufficiente isolare quella relativa a caldaia e termostato. Nel dubbio conviene staccare il generale.
  2. Smontare il vecchio termostato - Rimuovere il coperchio, svitandolo dal muro e poi tirando senza fare troppa forza. 
  3. Collegare i cavi - Il termostato a pile ne ha due che lo collegano alla caldaia direttamente. Quello elettrico ne ha quattro avvitati per fare contatto. Svitandoli si stacca definitivamente il termostato dal muro e si liberano i fili elettrici, generalmente quatto da collegare ai rispettivi morsetti indicati con le lettere. Si tratta del passaggio più delicato, nel quale si collegano i cavi per l’alimentazione N (neutro) generalmente blu e L (linea) di solito nero con i rispettivi ingressi della caldaia C (comune), NC (normalmente chiuso), NA / NO Normalmente Aperto (Normally Open). Infine si inseriscono i singoli cavi all'interno del relativo morsetto, e poi si stringono le viti per avviare il contatto.
  4. Inserire il nuovo termostato - Posizionare il dispositivo dentro l’alloggiamento e fissarlo al muro con le viti. Se il termostato ha una parte posteriore e una anteriore, si uniscono avvitandole e applicando lo spinotto di contatto. Al termine del processo ricollegare le prese e attaccare la corrente elettrica per verificare il funzionamento.

Termostato caldaia: prezzi, qualità e risparmio su Instapro

Abbiamo scoperto un piccolo oggetto che può fare la differenza per il risparmio e per il comfort domestico. Per questi motivi crediamo che sia valsa la pena dedicare cinque minuti del tuo tempo alla lettura della guida sul termostato caldaia. Prezzi, caratteristiche e vantaggi non hanno adesso più segreti e il prossimo passo è quello di finalizzare queste informazioni in un acquisto conveniente e sicuro. Come? Chiedendo una consulenza ad un professionista del settore che possa aiutarti nel compiere la scelta più adatta alle tue esigenze, valutando costi e benefici e garantendoti la sicurezza e la qualità del lavoro. Puoi farlo subito con Instapro, la piattaforma che fa 'incontrare' online i clienti come te e i professionisti di zona. Compila la richiesta e attendi circa 24-48 ore. Riceverai le risposte dei professionisti disponibili a soddisfare la tua richiesta, senza alcun impegno da parte tua. Potrai anche confrontare le recensioni degli altri clienti per valutare affidabilità e tempistiche. Facile, gratuito e a portata di click.

Altre letture consigliate

Trova un termoidraulica vicino a te