Quanto costa una caldaia a biomassa?

Una caldaia a biomassa ha prezzi variabili a seconda della modalità di installazione e del tipo di combustibile. Scopri con noi di Instapro i vari modelli e confronta i servizi delle varie ditte: troverai sempre alta qualità e convenienza.

Vuoi ricevere preventivi su misura da ditte nella tua zona?

Installare una caldaia a biomassa: prezzi e informazioni varie

Tra le varie tipologie di impianti di riscaldamento, le caldaie a biomassa rappresentano l’ultima frontiera in termini di risparmio energetico, eco-sostenibilità ed efficienza.

La differenza rispetto alle caldaie tradizionali sta nel combustibile con cui questi dispositivi sono alimentati: infatti esso è di origine vegetale o biologica, come ad esempio:

  • Il cippato;
  • La legna di scarto;
  • Il pellet;
  • Noccioli di frutta;
  • Semi vegetali;
  • Altri scarti di origine biologica.

Questo materiale ha in generale un elevato potere calorifico, il che rende le caldaie a biomassa dispositivi in grado di fornirti prestazioni ai massimi livelli.

Inoltre essendo di origine naturale, il materiale che le alimenta contribuisce a salvaguardare l’ambiente, riducendo gli sprechi di risorse energetiche. 

Il tutto con un ampio risparmio in termini economici, dato dal basso costo del combustibile e dall’elevata classe energetica a cui la maggior parte delle caldaie appartiene. 

Se sei ancora dubbioso circa l’installazione di questo impianto di riscaldamento, sappi che una caldaia a biomassa ha prezzi che variano in base a parametri quali:

  • Il tipo di alimentazione;
  • La potenza calorifica che è in grado di erogare;
  • La classe energetica di riferimento;
  • La capacità di unire alla funzione riscaldamento quella di produzione di acqua calda.

Ai prezzi di una caldaia a biomassa e al costo della manodopera dovrai poi fare un calcolo medio su quanto ti costerà alimentare con il biocombustibile di riferimento il tuo impianto e quanto dovrai spendere per fartelo recapitare a casa, due voci vive all’interno dei costi di gestione di un sistema di riscaldamento di questo tipo. 

Tabella dei prezzi: caldaia a biomassa

Scopriamo ora insieme i prezzi per le diverse tipologie di caldaia a biomassa.

Caldaia a biomassada - a
Caldaia a pellet3000€ - 8000€
Caldaia alimentata a cippato4000€ - 30000€
Modello di caldaia policombustibile4000€ - 8000€
NOTA che i prezzi potrebbero variare per il tipo di lavoro da effettuare, la qualità della sua esecuzione e la regione in cui ti trovi.

Caldaia a biomassa: prezzi e tipologia di combustibile 

Una delle differenze principali nei prezzi di una caldaia a biomassa è costituita dal combustbile con cui essa viene alimentata.

Stando alla direttiva dell’Unione Europea, 2009/28/CE, una biomassa è una componente biodegradabile degli scarti di lavorazione industriale o dei rifiuti urbani, che viene stoccata e lavorata per ottenerne un combustibile non nocivo e in grado di garantire una buona resa termica, paragonandola con le classiche alimentazioni a GPL, metano, gasolio o altre tipologie di gas.

In particolare i principali combustibili biologici che alimentano una caldaia a biomassa sono:

  • La legna, il combustibile naturale più utilizzato, e comune, i cui costi variano in base ai chilogrammi di cui avrai bisogno per effettuare un’intera stagione di riscaldamento. Le caldaie a legname sono tipiche dei contesti abitativi singoli, ma anche di quelli condominiali. La legna da ardere per legge non deve essere sottoposta a trattamenti chimici, non deve avere residui di vernici, avere dimensioni standardizzate e non contenere un tasso umidità superiore al 20%;
  • Il cippato, ossia il legno di scarto proveniente dalle attività industriali, che è più economico della legna da ardere classica e presenta il suo stesso potere calorifico. Unico neo è l’elevato tasso di umidità. Una caldaia a cippato è tipica dei contesti abitativi di grandi dimensioni e dei riscaldamenti centralizzati condominiali, in virtù delle sue dimensioni considerevoli;
  • Il pellet, combustibile ricavato dalla segatura di legno, la quale viene pressata in trucioli di forma cilindrica più o meno grandi. È il modello più diffuso, in quanto il pellet ha un ottimo potere calorifico ed è meno costoso della legna da ardere. Si adatta molto bene alle case di modeste dimensioni, anche se bisogna stare attenti a dimensionarne la giusta potenza, specie se al riscaldamento vorrai unire la produzione di acqua calda a scopi sanitari.

Esistono poi le cosiddette caldaie a biomassa policombustibile, ossia in grado di essere alimentate con tutti i materiali sopraelencati, ma anche con residui vegetali quali come semi, gusci di mandorle, e altro ancora.

Tali impianti sono tipici dei contesti industriali e negli uffici, in quanto è in grado di assicurare bassi costi di gestione e di manutenzione; in più la facilità di reperimento del combustibile ti renderà più facile scegliere quello più economico a parità di rendimento termico. 

Caldaia a biomassa: prezzi e funzionalità

Come abbiamo già avuto modo di accennare, una caldaia a biomassa ha prezzi diversi anche in base al fatto che possa o meno produrre acqua calda per alimentare la tua rete domestica: infatti per unire le due funzioni questo modello deve avere più potenza rispetto a una normale caldaia, il che significa un bruciatore più performante, che ti farà consumare più combustibile all’anno.

Inoltre le dimensioni di una caldaia di questo tipo sono considerevoli, il che significa che dovrai calcolare bene quanto spazio ti servirà per la sua installazione e dove collocarla in modo discreto e ottimale. 

Spesso la soluzione ottimale è quella di combinare due caldaie diverse, magari entrambe alimentate a biomasse, oppure installare un modello a condensazione in abbinamento a quella a biocombustibile, che ti assicura comunque un risparmio energetico ottimo, stimato in media attorno al 30% all’anno.

In alternativa potresti chiedere a un tecnico specializzato di unire alla tua vecchia caldaia una a biomasse, che servirà da bruciatore preliminare e immetterà nella camera di combustione di quella normale l’energia sufficiente per riscaldare le tue stanze e/o produrre l’acqua calda che serve alla tua igiene personale e per cucinare. 

Installare una caldaia a biomassa: la scelta migliore in base alla sua collocazione

Dopo aver contattato un tecnico specializzato e capito qual è la caldaia a biomassa migliore, ai prezzi di quest’ultima dovrai comparare anche la sua collocazione e la sua modalità d’installazione all’interno dei tuoi ambienti di casa.

Sulla base di questa considerazione, tieni presente che una caldaia a biomassa alimentata a legna necessita di uno spazio apposito dove riporre il legname, che è molto più ingombrante rispetto a un sacco di pellet da 20 kg e che deve essere riposta in un luogo asciutto, dove la legna non si impregni d’umidità, inficiando così il suo rendimento termico.

Per far sì che la tua legna si conservi al meglio il consiglio che ti diamo è quello di farla essiccare per almeno un paio d’anni in un luogo ventilato e al riparo dalla pioggia; una volta seccatosi a dovere, il legname sarà pronto per alimentare la tua caldaia ed assicurarti il massimo potere calorifico, che alimenterà il tuo riscaldamento e/o la produzione di acqua calda. 

Stesso discorso vale per il modello alimentato a cippato, visto che si tratta sempre di un legname di scarto.

Per quanto riguarda invece il pellet, il fatto che sia contenuto in sacchetti di vari chilogrammi rende il suo trasporto e la causa conservazione molto più agevole: basterà infatti che tu lo riponga all’asciutto, magari nel vano stesso in cui hai installato la tua caldaia, per assicurarti il più alto rendimento possibile.

A proposito di vani, di solito una caldaia a pellet ha dimensioni più ridotte rispetto a un modello policombustibile o a legna, il che la rende ideale per i piccoli bilocali o i locali commerciali di pochi metri quadri; viceversa se hai un locale caldaia già pronto – come ad esempio quelli dei condomini o delle fabbriche – potrai optare per una caldaia policombustibile molto potente, in grado di combinare sia la funzione riscaldamento che quella riguardante la produzione di acqua calda sanitaria. 

Caldaia a biomassa: prezzi più leggeri con le detrazioni fiscali

Se sei preoccupato circa i prezzi di una caldaia a biomasse, sappi che se deciderai per la sostituzione del tuo vecchio modello potrai beneficiare anche quest’anno del cosiddetto Ecobonus, vale a dire l’incentivo specifico previsto dal Governo per tutti coloro che vorranno implementare l’efficienza energetica di casa propria mediante l’installazione di dispositivi cdi climatizzazione ad alto risparmio e prestazioni. 

Per il cambio caldaia la detrazione Irpef è pari al 65% delle spese sostenute per l’installazione del nuovo modello di classe energetica del tipo A o superiore, unitamente a quella di moderne valvole di termoregolazione; in alternativa la sola sostituzione della caldaia comporta uno sgravio di aliquota pari al 50% delle spese totali dei lavori.

In entrambi i casi l’incentivo è spalmato nell’arco di 10 anni, in ognuno dei quali detrarrai dalla tua denuncia dei redditi una quota fissa.
Il tetto massimo di spesa previsto per legge è pari a 96.000 euro e per convalidare l’incentivo dovrai compilare il cosiddetto bonifico parlante, il quale deve riportare:

  • Il riferimento all’Articolo 16-bis del Dpr 917/1986 nella causale di versamento;
  • Il codice fiscale di chi beneficia della detrazione, che può essere un soggetto privato o un’azienda responsabile del Conto Termico;
  • Il codice fiscale o il numero di partita IVA della ditta che ha svolto i lavori, a cui va l’intero importo del bonifico.

    Caldaia a biomassa: prezzi modici e qualità professionale con Instapro

Cerchi un professionista per montare la caldaia a biomassa migliore a prezzi competitivi? Chiedi un preventivo con Instapro: decine di aziende nella tua zona ti risponderanno in tempi brevi, fornendoti risposte certe alle tue esigenze di riscaldamento.

Professionalità certificata, garanzia di lavori a regola d’arte e qualità dei materiali sono i tratti distintivi degli esperti affiliati a Instapro, che installeranno la tua caldaia a biomassa a prezzi competitivi e nel minor tempo possibile.

Altre letture consigliate

Trova un termoidraulica vicino a te