Quanto costa l'Isolamento Termico?

Scopri con noi i costi dell'isolamento termico di pareti e tetto, le tecniche e i materiali utilizzati e i consigli dei nostri migliori esperti specializzati in isolamento termico. Abbatti i costi in bolletta e migliora il benessere con Instapro!

Vuoi ricevere preventivi su misura da ditte nella tua zona?

1. Quanto costa l'isolamento termico?

In questo articolo scopriremo le proprietà dell'isolante termico, i diversi campi di installazione e come i vari interventi offerti dalle nostre ditte possano migliorare il comfort termico in casa tua e migliorare la sua classe energetica.  Nelle tabelle qua sotto potrai trovare diversi spunti con il prezzo dell'isolante termico e altri costi rivelanti:

Isolamento termico interno

prezzi al m²daa
Isolamento termico con materiale sintetico615
Isolamento termico con poliuretano1020
Isolamento termico con fibre naturali1020
Isolamento termico con sughero2040
Manodopera1530

L'isolamento termico degli interni è un lavoro spesso richiesto dai nostri clienti, specialmente prima dell'inizio della stagione fredda. Questo tipo di servizio, infatti, consente di migliorare la qualità della vita e di diminuire i costi in bolletta dato che l'energia utilizzata per riscaldare gli ambienti è minore, una volta effettuato il servizio.

Come è possibile notare dalla nostra tabella prezzi, il fattore che incide in modo maggiore sul prezzo finale dell'isolamento termico è senza dubbio il materiale di realizzazione. Il tipo di isolante termico che sceglierete andrà ad influenzare moltissimo sia il budget che la resa finale del lavoro. Proprio per questo motivo il prossimo capitolo è dedicato alla spiegazione delle caratteristiche dei singoli materiali.

Isolamento termico esterno

prezzi al m²daa
Cappotto termico con sughero2040
Cappotto termico con legno835
Cappotto termico con lana di roccia513
Cappotto termico con EPS710
Silicato1020
Fibra di carbonio2030
Isolamento con materiale traspirante3550
Manodopera (prezzo orario)2040
Ponteggio (prezzo orario)1020

Anche per quanto riguarda gli esterni, dunque, è il materiale scelto come isolante termico a essere una delle maggiori fonti di differenza. Rispetto a quanto accade con l'isolamento degli interni, tuttavia, la manodopera assume una percentuale di maggioranza nella determinazione dei costi, specialmente se vi è la necessità di affittare un ponteggio per effettuare i lavori. L'applicazione di pannelli termoisolanti all'esterno dell'abitazione viene detta anche cappotto termico e, a questa operazione, è dedicato un paragrafo più avanti.

2. Quali sono i fattori che influenzano il prezzo finale?

Come visto nel paragrafo precedente, è proprio il materiale scelto come isolante termico che va a influenzare maggiormente il costo finale delle operazioni di isolamento termico. Infatti, mentre i costi di manodopera si possono dire costanti, fra i vari materiali c'è un'enorme differenza a livello di prezzistica e di resa finale. Andiamo a vedere il perché:

  • Materiali sintetici: di norma dovrebbero rientrare in questa categoria anche il poliuretano e l'EPS (polistirene espanso), in quanto materiali sintetici derivati dal petrolio. Tuttavia abbiamo deciso di indicare con "materiali sintetici", i materiali della gamma prezzi più bassa appartenenti a questa famiglia. I vantaggi dell'utilizzo di questi ultimi sono da individuarsi, senza dubbio, nel prezzo molto economico e nelle buone prestazioni di isolamento che consentono. Tuttavia, tendono a diventare meno performanti con il passare degli anni e offrono scarsa protezione in caso di incendio.
  • Poliuretano ed EPS: come specificato in precedenza, quindi, questi due materiali hanno caratteristiche molto simili fra loro e con quelli trattati nel punto precedente. Infatti, entrambi hanno costi contenuti e sono molto performanti. Il valore aggiunto di questo tipo di materiali è innanzitutto la maggiore resistenzanel tempo e la traspirabilità più alta che consente di beneficiare del passaggio dei gas dall'interno della casa verso l'esterno (principalmente vapore acqueo e anidride carbonica). A riguardo va ricordata l'importanza di un corretto ricambio dell'aria attraverso la ventilazione classica (apertura delle finestre).
  • Legno e sughero: i materiali di tipo isolante termico in legno e sughero sono spesso il frutto della lavorazione dei materiali di scarto del legno. Nonostante l'origine, i pannelli termoisolanti realizzati con questi materiali sono fra i più efficienti che potrete trovare sul mercato. Non solo hanno ottime qualità termoisolanti e audio-isolanti ma hanno anche alta durabilità, sono immuni al vapore e all'umidità, a insetti e roditori e non fanno dilagare le fiamme in caso di incendio. Decisamente una delle opzioni più consigliate nel caso si voglia effettuare un lavoro di isolamento termico. Il loro vantaggio rispetto ai materiali sintetici sta nella maggiore massa termica. Questo significa che offrono uno sfasamento termico superiore, molto importante d'estate e nei climi caldi.
  • Lana di roccia: fra la varietà di scelte a disposizione dei consumatori vi sono anche alcuni materiali di origine minerale. Alcuni di questi materiali hanno bisogno di trattamenti speciali per contrastare maggiormente l'umidità. Ciononostante, presentano ottime capacità ditermo isolamento, sono decisamente durevoli nel tempo e hanno buone abilità di traspirazione. Come se non bastasse, questi materiali sono anche biodegradabili e riciclabili. Se siete quindi in cerca di un'alternativa eco, non vi è soluzione migliore di questa.

3. Cappotto termico: costi e vantaggi dell'isolante termico esterno

Quando si parla di isolamento termico, al giorno d'oggi, spesso e volentieri si fa riferimento al cosiddetto cappotto termico. In che cosa consiste questo cappotto termico? Sostanzialmente, l'edificio che si intende isolare viene vestito con un cappotto costituito da pannelli termoisolanti in modo da eliminare il ponte termico ed isolare termicamente gli interni della casa. I pannelli vengono incollati alla parete e fissati con tasselli specifici anti ponte termico.

Questo tipo di soluzione viene spesso scelta dai nostri clienti in quanto non ha, sostanzialmente, controindicazioni. Al contrario della coibentazione degli interni, infatti, il cappotto termico non va ad intaccare lo spazio interno della casa e non richiede fastidiosi lavori in corso in salotto. L'unico possibile impedimento è il cambiamento nell'aspetto esterno della casa. A livello di costi, la prezzistica è quella esposta nel paragrafo sui costi per l'isolamento termico esterno. Il vantaggio a livello di comfort termico è altissimo e il pericolo di condensa interstiziale si riduce rispetto alla posa dell'isolante termico sulle pareti interne.

4. Pitture e intonaci termoisolanti: funzionano davvero?

Sono molto diffuse, in commercio, delle pitture dette anche "termoisolanti". Abbiamo chiesto ai nostri professionisti quali sia il vero impatto che queste vernici hanno sull'isolamento termico. I risultati sono i seguenti: la pittura termoisolante migliora nella maggior parte dei casi l'isolamento di una stanza ma solo in particolari condizioni. Se, infatti, la situazione di una determinata stanza è particolarmente compromessa la soluzione migliore potrebbe essere diversa dalla semplice applicazione di un intonaco o di una pittura termica. Si tratta quindi di una soluzione che offre pochi vantaggi, a costi superiori rispetto alle alternative (a parità di potere isolante sulla parete). Possono essere valutate solo negli edifici in cui non si possono applicare pannelli di isolante termico sulle pareti esterne (ad es. edifici di valore storico o artistico).

L'importanza dell'esperienza e della professionalità

In questo tipo di casi è sempre consigliabile rivolgersi a un esperto per un consiglio sull'eventuale installazione di un cappotto termico o coibentazione delle pareti e dei soffitti con isolante termico standard. Queste soluzioni, infatti, garantiscono un impatto decisamente maggiore a livello di isolamento termico e sono, proprio per questo motivo, consigliate in caso di ponte termico eccessivo.

In molti chiedono anche se si possano detrarre le spese sull'acquisto delle pitture termoisolanti. È bene tenere presente che se il lavoro viene considerata come ristrutturazione dell'immobile vi si può richiedere la detrazione del 50%. La detrazione del 65%, invece, si può richiedere solo se, al termine dei lavori, vengono rispettati i requisiti minimi che vengono richiesti dalla normativa per le prestazioni energetiche (tabella 2 del D.M. 26 gennaio 2010). Dovrà essere un tecnico specializzato a certificare la prestanza energetica. Con la sua certificazione sarà possibile richiedere una detrazione del 65%. Nella quasi totalità dei casi, per raggiungere i livelli di isolamento imposti dal ministero è necessario posare dei pannelli di isolante termico di spessore superiore a 8 centimetri.

Isolamento termico

5. Ecobonus 2019: vantaggi per isolamento termico?

Se avete intenzione di coibentare la vostra casa, questo è il momento giusto. Con l'Ecobonus per il 2019, infatti, per ogni lavoro di coibentazione dell'involucro opaco della casa, si ha diritto ad una detrazione fiscale del 65%.

Per la precisione si ha questo tipo di possibilità anche per lavori come la realizzazione di pompe di calore o di collettori solari. Infatti l'idea è quella di agevolare i lavori che consentono un minore impiego di risorse naturali. Con l'isolamento termico, per esempio, si ha un notevole risparmio di gas o acqua impiegati per il riscaldamento della casa.

Clicca qui per maggiori informazioni sulle detrazioni fiscali possibili per altri lavori. Come detto sopra, per raggiungere questo tipo di detrazione è importante installare isolante termico di qualità e nella quantità richiesta dallo standard ministeriale. I lavori vanno inoltre comunicati all'ENEA.

6. Isolamento termico: prezzi, qualità e risparmio su Instapro

Come potete ricevere preventivi o affidare i vostri lavori di isolamento termico ad una ditta affidabile? La risposta è semplice: Instapro! Con il nostro servizio gratuito potrete ricevere preventivi gratuiti e senza impegno dalle migliori ditte specializzate in isolamento termico e realizzazione del cappotto termico della tua zona. Avrete la possibilità di confrontare questi preventivi, mettervi in contatto con i singoli professionisti ed osservarne la storia e le recensioni lasciate dai precedenti clienti.

Come se non bastasse, il nostro team è costantemente al lavoro per migliorare la qualità del nostro servizio e l'efficienza di ogni singolo professionista iscritto alla nostra piattaforma. Nel caso abbiate un qualsiasi dubbio sull'attendibilità della piattaforma, non esitate a contattarci e vedremo di rispondere alle vostre domande! I nostri professionisti sono valutabili tramite le recensioni vere visibili sulla piattaforma e anche tramite le foto caricate, con i lavori di posa dell'isolante termico già effettuati nella tua zona.

7. I consigli pratici dei nostri professionisti

Marius Miclea della ditta BIO SISTEM K di Miclea Marius, team di professionisti esperti e devoti all’edilizia ecosostenibile. Roma

"I materiali più adatti per realizzare un buon cappotto sono la lana di roccia o la lana di vetro perché sono altamente traspiranti e resistenti. Inoltre se associati a prodotti certificati *Green rating™ di Bureau Veritas si raggiunge anche un alto livello di ecosostenibilità e risparmio energetico certificato. Io e il mio team lavoriamo così!*

Sconsiglio sempre l’utilizzo di materiali un po’ più economici come il polistirene ad esempio, perché sono poco traspiranti e c’è il rischio che si possano creare micro fessure nel tempo dovute anche solo alla variazione di temperature e se questo capita si vanifica completamente l’effetto di isolamento. Inoltre per questo motivo, il polistirene richiede una manutenzione annuale e alla fine si rischia che per risparmiare all’inizio, si va a pagare continuamente in seguito, per frequenti manutenzioni o riparazioni."

Altre letture consigliate

Trova un ditta isolamento vicino a te