Radiatori elettrici: prezzi e guida all'acquisto consapevole

Tutto quello che è necessario sapere sui radiatori elettrici. Prezzi e non solo. Informazioni sulle diverse tipologie, la scelta del professionista per l'acquisto e l'installazione, come ottenere un preventivo rapido e gratuito.

Vuoi ricevere preventivi su misura da ditte nella tua zona?

Radiatori elettrici: prezzi e guida all'acquisto consapevole

In questa guida vi illustreremo tutti i dettagli e i fattori di prezzo per l'installazione dei radiatori elettrici. Prezzi di acquisto e come calcolare il giusto costo per il consumo. Caratteristiche tecniche e funzionamento. Gli accorgimenti per utilizzare gli apparecchi in sicurezza. Le detrazioni fiscali per l'installazione o per la sostituzione dei termosifoni. Come scegliere fra radiatori elettrici ad olio, radiatori elettrici svedesi, radiatori elettrici a basso consumo.

Capitolo dopo capitolo, diventerai un esperto in materia, pronto per acquistare consapevolmente il prodotto più adatto e più conveniente.

Tabella dei prezzi per radiatori elettrici: valori medi

Ecco un elenco dei prezzi per i radiatori elettrici. Le cifre che puoi trovare qui sono da considerarsi IVA esclusa.

Fornitura radiatori elettrici - Prezzi a corpoDaA
Radiatore elettrico svedese 400 W180€210€
Radiatore elettrico svedese da 1.200 W220€300€
Radiatore a infrarossi a specchio250€350€
 ²Installazione radiatori elettrici - Prezzi a corpoDaA ²
Fissaggio e allacciamento30€75€
Montaggio completo con modifica impianto elettrico75€300€
NOTA che i prezzi potrebbero variare per il tipo di lavoro da effettuare, la qualità della sua esecuzione e la regione in cui ti trovi.

Come funzionano i radiatori elettrici

Se stai leggendo questa guida, forse pensi ai termosifoni elettrici come soluzione di riscaldamento adatta alla tua casa. E allora cominciamo ad approfondire l'argomento, iniziando con qualche nozione tecnica sul funzionamento. Indipendentemente dalla tipologia, dal materiale e dalle marche, tutti i radiatori elettrici trasformano l'energia elettrica in energia termica rilasciandola per convezione o per irraggiamento. La prima modalità prevede che la corrente, attraversando una resistenza, surriscaldi l'aria e che questa venga diffusa nell'ambiente da una ventola.

L'irraggiamento invece si basa sul principio fisico dello scambio di calore da un corpo più caldo ad uno più freddo, attraverso le onde elettromagnetiche a infrarossi. Le due modalità possono trovarsi integrate anche in un unico apparecchio. I radiatori elettrici a basso consumo di nuova generazione, per esempio, sfruttano i vantaggi della convezione e dell'irraggiamento, unendoli alla tecnologia digitale e permettendo un controllo totale della temperatura, dell'umidità e dei consumi. 

Quanto consumano i radiatori elettrici

Una domanda cruciale, perché la risposta fornisce elementi validi anche per l'analisi di "radiatori elettrici prezzi". Calcolando il fabbisogno energetico e con l'ausilio degli strumenti di controllo remoto, è possibile ridurre al minimo la dispersione calorica e sfruttare al massimo le potenzialità dei termosifoni elettrici. Per calcolare il costo del consumo devono essere tenuti i seguenti fattori:

  • Metratura dell'ambiente da riscaldare;
  • Grado di isolamento termico: p.e. coibentazione, infissi, doppi vetri;
  • Frequenza di controllo del termostato: ogni quanto tempo viene controllata la temperatura ambientale con conseguente spegnimento o accensione dell'impianto;
  • Tempo necessario all'apparecchio per raggiungere la temperatura di comfort prefissata;
  • Numero di elementi dei quali si compone l'apparecchio: un modello a sei elementi consuma circa 1,2 kWh, con dieci elementi si superano i 2 kWh.

Ecco un esempio pratico, basato sull'uso di radiatori elettrici svedesi da 1 kW ciascuno, in un'abitazione mediamente coibentata. Ogni termosifone per mantenere la temperatura costante fra i 22° e i 27° C resta in funzione per 10 ore al giorno ed è regolato da un termostato che compara le temperature ogni 30 secondi. Sapendo che il prezzo medio dell’energia elettrica è di circa € 0,20 a kilowattora (kWh), il calcolo da fare è molto semplice: numero di ore di funzionamento moltiplicato per il costo orario del kW. Nell'esempio riportato, ogni termosifone consumerà € 60 di energia elettrica al mese.

Quali sono i vantaggi dei radiatori elettrici

Siamo davanti ad un sistema di riscaldamento che può essere molto sofisticato, con modelli in commercio regolabili nella potenza e quindi nel consumo, nonché di eventuale potenziamento fino al 35% della superficie di irraggiamento.

I migliori radiatori elettrici sono dotati di griglie laterali che permettono di cedere un 20% aggiuntivo di calore all'ambiente circostante e hanno serbatoi d'acqua all'interno che fungono da deumidificatori, per evitare che l'aria diventi troppo asciutta. Difficile quindi generalizzare sui vantaggi o sugli svantaggi dei termosifoni elettrici. Materiali, modelli e tipologie diverse determinano rendimenti diversi. Che siano però radiatori elettrici a olio, radiatori elettrici svedesi, radiatori elettrici a basso consumo, tutti sono accomunati dalle seguenti vantaggiose caratteristiche: 

  • 100% di resa nel luogo di utilizzo: nessuna dispersione di energia dall'apparecchio all'ambiente, come succede con i comuni radiatori idraulici che perdono parte dell'energia lungo i tubi nel percorso fra la caldaia e il terminale;
  • 100% modulabili: possono essere riscaldate solo le stanze dove si vuole la produzione di calore, perché ogni unità  dispone di un termostato con diverse funzioni di programmazione e di controllo.

Dove installare i radiatori elettrici

Studiate bene la disposizione di finestre e prese elettriche nell'ambiente destinato all'installazione del radiatore. Se la stanza è adeguatamente coibentata, con infissi isolanti e doppi vetri, allora non esistono vincoli di alcun genere. Se invece l'isolamento termico è meno efficiente, il consiglio è quello di posizionare il calorifero sulla parete esterna, oppure sotto la finestra. Tenete presente, per conteggiare il numero di apparecchi da installare, che è possibile frazionare il fabbisogno energetico in più di un radiatore. Per esempio se la stanza ha un fabbisogno termico di 1.200 W è possibile installare due termosifoni da 600 W cadauno.

Tipologie di radiatori elettrici

Differenze fra radiatori elettrici: prezzi, vantaggi e consigli per l'uso. 

I radiatori elettrici ad olio, del tutto simili ai termosifoni tradizionali, sono alimentati dalla corrente elettrica e utilizzano come conduttore di calore l'olio al posto dell'acqua.

Vantaggi dei radiatori elettrici ad olio: elevata temperatura di ebollizione dell'olio, mantenimento del calore dopo lo spegnimento dell'apparecchio, prezzi contenuti di acquisto, facilità di installazione. Sono adatti in stanze dove si soggiorna abitualmente come integrazione del riscaldamento, oppure locali con cubatura ridotta, o anche per seconde case.

I radiatori elettrici svedesi sono un perfetto esempio di radiatori elettrici a basso consumo. Il termoconvettore elettrico svedese si compone di due elementi: una resistenza in ceramica posizionata in un conduttore di alluminio all'interno del termosifone e un termostato. Questo ultimo è la componente di tecnologia più avanzata, perché è posizionato su ogni singolo radiatore e possiede un'alta frequenza di reazione. Ogni 30 secondi, massimo ogni 40, il termostato confronta la temperatura in ingresso e quella impostata, mettendo in azione o a riposo la resistenza. Un sistema che permette un riscaldamento costante e uniforme ed evita inutili dispersioni di calore. Facile quindi dedurre quali siano i vantaggi di questo tipo di radiatore: bassi consumi, nessuna spesa aggiuntiva di manutenzione, possibilità di controllo e di regolazione anche da remoto con lo smartphone.

Consigli per l'uso dei radiatori elettrici svedesi
  • L'installazione deve essere in orizzontale ad un altezza massima dal pavimento di 20 cm, possono quindi essere appesi alle pareti servendosi di staffe oppure possono essere appoggiati a terra utilizzando un basamento specifico;
  • Possono essere installati anche in bagno, ma in questo caso è importante scegliere un modello che garantisca un'adeguata sicurezza secondo lo standard IP65;
  • Per ottimizzare la resa e i consumi non spegnere gli apparecchi, ma abbassare la temperatura attraverso il termostato. Se si prevede di assentarsi per più giorni impostare la funzione antigelo automatica.

Radiatori elettrici, le migliori marche

Sul mercato si trovano marche che rispondono alle diverse esigenze sia in termini di costi che di funzionalità. Fra i best seller i modelli AEG radiatori elettrici ad olio e termoconvettori con fascia di prezzi medio-alta. Fra i produttori di radiatori elettrici a basso consumo anche De Longhi che si posiziona fra i marchi migliori per i termosifoni ad olio. Tego invece dal 2008 è leader europeo nella produzione e distribuzione di impianti di riscaldamento elettrico a basso consumo energetico. Design Made In Italy e cura della rifinitura estetica per i radiatori elettrici svedesi E-Blitz GD.

Norme di sicurezza e detrazioni fiscali

Acquistare un prodotto da canali ufficiali tutela il cliente in termini di garanzia sul prodotto e di sicurezza domestica. Ricorda però di mettere in atto alcuni accorgimenti che possono essere fondamentali per evitare danni a persone o cose: non coprire i radiatori elettrici accesi con panni bagnati o con fogli di carta, non appoggiare oggetti di plastica. Il rischio è che possano fondere l'apparecchio e che si inneschi un corto circuito.

Particolare attenzione deve essere prestata in bagno. L'installazione di un radiatore elettrico in questo locale è consigliata, ma occorre scegliere il modello adatto che deve riportare la scala del Marchio Internazionale Protezione: un numero che va da 1 (sicurezza sufficiente) a 4 (sicurezza ottima).

L'installazione o la sostituzione dei radiatori elettrici gode delle agevolazioni fiscali? Sì, se rientra nel complesso di opere di ristrutturazione e riqualificazione di un immobile. La detrazione fiscale è pari in entrambi i casi al 50% sull'IRPEF.

Radiatori elettrici, prezzi: qualità e risparmio su Instapro

A questo punto della guida, hai raccolto tutte le informazioni che ti servono per scegliere i tuoi nuovi radiatori elettrici: prezzi installazione, costo dei vari modelli in commercio, come ridurre i consumi. Sei pronto a fare la tua scelta consapevole.

Cosa aspetti a installare i radiatori elettrici? Puoi iniziare i lavori in pochi click.

Su Instapro puoi richiedere subito preventivi gratuiti per l’installazione dei radiatori elettrici ai migliori professionisti della tua zona, tutti verificati e certificati. Riceverai le proposte economiche nel giro di 24 ore e, nel frattempo, potrai valutare i servizi e le recensioni degli altri clienti.

Trova il professionista che fa al caso tuo per installare i radiatori elettrici: con i prezzi alla mano è più veloce, facile e sicuro.

Cosa aspetti? Richiedi subito un preventivo.

Trova un termoidraulica vicino a te