Costruzioni: dai materiali all'ecosostenibile

Blog - Costruzioni: dai materiali all'ecosostenibile

Costruzioni: dai materiali all'ecosostenibile


Abbiamo intervista tre imprese di costruzioni per scoprire insieme a loro quali sono i progetti maggiormente richiesti, i materiali più usati, le soluzioni ecosostenibili adottate e le modifiche della burocrazia nel tempo.

I 3 imprenditori che hanno partecipato all'intervista:

Impresa Edile Baldini: vasta gamma di prodotti e servizi tutti personalizzati e realizzati su misura.

FG Impresa Edile: l’edilizia moderna efficiente e tecnologica.

Architettalo: creare ambienti in piena sintonia con la propria personalità.



Clicca su ogni domanda per leggere le risposte:

  1. Presentazione | 2. Le richieste dei clienti | 3. L’evoluzione del lavoro



1. Presentazione

Da quanto siete in attività e come è nata la vostra impresa?

  • Impresa Edile Baldini : L'Impresa Baldini Srl nasce nel 2001 ma siamo in edilizia già dall'anno 1965, anno in cui il fondare Baldini Carlo si è trasferito a Genova dalla Toscana.

  • FG impresa edile : La FG Impresa Edile ha esperienza decennale nei lavori edili e nasce per rispondere ad ogni esigenza nel campo della ristrutturazione, restauro edilizio, coperture e lavori edili in generale.

  • Architettalo : Dal 2013, la mia attività è nata dalla mia passione per l’architettura e l’interior design, che mi ha portato prima a diventare architetto di interni, poi ad approfondire temi relativi al benessere della persona in relazione allo spazio abitativo. Quindi a capire come far sì che le nostre case ci trasmettano maggiore armonia e benessere, a seconda di come organizziamo gli spazi, gli arredi e di come usiamo i colori, la luce e i materiali.



2. Le richieste dei clienti

Quali sono i lavori che vi vengono più richiesti?

  • Impresa Edile Baldini : I lavori maggiormente richiesti sono le ristrutturazioni interne, ma eseguiamo anche lavori più ampi come costruzioni di Villette, rifacimento di prospetti e coperture e anche ristrutturazione di rustici.

  • FG impresa edile : I lavori che ci sono più richiesti sono quelli per la ristrutturazione della casa.

  • Architettalo : Mi occupo di ristrutturazioni e restyling di casa, quindi interventi interni. Quando si tratta di ristrutturazioni complete, progettiamo da zero i nuovi spazi di tutta la casa, a partire dalla nuova distribuzione degli ambienti, fino alla sostituzione di tutti gli impianti, le finiture, gli infissi e gli arredi.
    Il restyling invece riguarda interventi più piccoli e mirati, per rinnovare casa senza rifare tutto.
    In questo caso, si possono ristrutturare solo gli ambienti di servizio come il bagno o la cucina e sostituire alcune finiture. Oppure intervenire solo sui colori, i materiali, gli arredi e rendere gli spazi più comodi e accoglienti senza ristrutturare nulla.



Quali sono i materiali più richiesti? Vi è capitato di adottare soluzioni ecosostenibili?

  • Impresa Edile Baldini : I materiali di finitura maggiormente richiesti attualmente sono legno prefinito e piastrelle in gres porcellanato, per i muri usiamo maggiormente i mattoni e le finiture delle pareti più richieste sono le classiche tinteggiature. I Sistemi ecosostenibili sono sempre e quando possibile applicati, a partire dall'utilizzo dei singoli materiali da costruzione fino ai sistemi isolanti in lana di roccia o sughero.

  • FG impresa edile : Il materiale che vi viene più richiesto è il mattone.

  • Architettalo : Dipende dalle situazioni e dal tipo di intervento. Per gli elementi strutturali, in Italia c’è una tradizione molto legata al mattone e al cemento, piuttosto che ai sistemi a secco.
    Sicuramente il cartongesso ha un ruolo centrale negli interni, per la sua leggerezza e praticità di posa, unita alla versatilità di utilizzo. Permette di realizzare forme e soluzioni particolari, integrando anche l’illuminazione e gli impianti. Lo stesso vale per il legno, usato tantissimo nelle soluzioni su misura.
    Per quanto riguarda le finiture, da un lato sono molto richiesti i materiali pratici come piastrelle e lastre di grandi formati resistenti e facili da pulire. Anche la resina o, in generale, le superfici continue sono molto apprezzate, sia nei rivestimenti che negli arredi.
    Dall’altro, i materiali naturali e più tradizionali come il legno, il cotto, il marmo o le ceramiche artigianali sono sempre molto amati.
    Per questo, spesso, utilizzo entrambe le tipologie in uno stesso progetto, che portano a risultati molto originali e d’effetto.
    Riguardo alle soluzioni ecosostenibili, sì, sicuramente le prediligo, anche se ciò che sembra sostenibile, non sempre lo è davvero.
    L’ecosostenibilità può essere disegnata come un cerchio, un ciclo. Una soluzione sostenibile, quindi, dovrebbe esserlo all’inizio, durante, e alla fine del processo di produzione. E reinserirsi all’inizio di questo ciclo, con il minimo spreco di risorse.
    Oggi, per fortuna, ci sono tantissime soluzioni che rendono i nostri edifici e le nostre case più sostenibili e meno energivore, soprattutto attraverso impianti e involucri ad alta efficienza e prestazioni.
    Per i materiali e i singoli prodotti, invece, a mio avviso c’è ancora molta strada da fare.
    In generale prediligo i materiali naturali, che tendono ad essere maggiormente ecosostenibili, anche se non è sempre detto. Va verificato, di volta in volta, come viene realizzato quel singolo prodotto e quali effetti produce sull’ambiente.



3. L’evoluzione del lavoro

Avete notato un cambiamento nel vostro settore negli anni? (richieste, normative, costi) Se si, qual è stato e come?

  • Impresa Edile Baldini : Si i cambiamenti sono all'ordine del giorno, sopratutto sulle nuove normative e sui nuovi sistemi impiantistici sempre più ottimizzati per un controllo remoto tramite computer o smartphone

  • FG impresa edile : Il carico di burocrazia per l’azienda negli anni è aumentata molto di più.

  • Architettalo : Le richieste sono abbastanza varie, dipendono dalle singole esigenze e desideri dei committenti.
    Una tendenza generale che noto è di voler vivere una casa molto comoda, efficiente e personalizzata. Una casa che da un lato ci semplifichi la vita il più possibile e, dall’altro, sia in piena sintonia con le nostre abitudini.
    Allo stesso tempo c’è sempre molto interesse per gli aspetti di dettaglio come gli arredi, i colori, i materiali, l’illuminazione, che influiscono sulle emozioni che ci trasmettono gli spazi e, di conseguenza, anche sul nostro benessere psicofisico.
    Per quanto riguarda le normative, a mio avviso sono un punto debole italiano. In continuo cambiamento, spesso poco chiare o in contraddizione l’una con l’altra.
    Questo è sicuramente uno svantaggio, in quanto l’aspetto burocratico è parte integrante di un processo di ristrutturazione e andrebbe, a mio avviso, reso più fluido, chiaro e semplice.
    In relazione ai costi, anche questi dipendono da molte variabili e dal tipo di intervento.
    Noto però che c’è molta confusione, spesso i costi sono sottovalutati o fraintesi perché non viene fatta un’analisi veramente accurata prima di realizzare qualsiasi intervento.
    Soprattutto quando si tratta di lavori complessi, come una ristrutturazione completa, un computo metrico dettagliato è tra le prime cose da fare con il professionista, insieme a un progetto definito in ogni aspetto, per evitare rincari o spese impreviste.
    Quindi consiglio sempre ai miei clienti di investire un po' più di tempo prima, per definire bene tutto il processo, in modo da essere più veloci dopo, nella realizzazione dei lavori, ed evitare sorprese o imprevisti.



Cogliamo l'occasione per ringraziare tutti i professionisti che hanno partecipato a questa intervista