B.M. Impianti, la prima ditta iscritta ci racconta Instapro

Blog - B.M. Impianti, la prima ditta iscritta ci racconta Instapro

Il 2018 volge al termine, è tempo di salutare l'anno che se ne va e fare propositi per quello che viene. Abbiamo pensato di farlo con il professionista più storico all'interno della nostra piattaforma, Luca Di Giorgi, titolare della B.M. impianti iscritto da quando Instapro muoveva i suoi primi passi nel 2014. Con Luca abbiamo parlato di ciò che è stato, e di ciò che sarà.

Ti ricordi il motivo per cui ti sei iscritto a Instapro?
Perché ero in cerca di un sistema che mi permettesse di avere una concorrenza leale ed arrivare al cliente nella maniera più pulita possibile. Ancora oggi lo trovo il sistema migliore.

Com'è cambiato il modo in cui reperisci lavori?
È cambiato grazie ai feedback dei lavori svolti; hanno fatto sì che le persone potessero conoscerci tramite le parole di qualcun altro. L'esperienza degli altri diventa una pubblicità.

Usi altri portali?
No, io pur adottando soluzioni moderne come Instapro rimango uno all'antica nel modo di vivere. Quando mi trovo bene con un sistema uso solo quello. La vedo come una sorta di karma.

Squadra vincente non si cambia...
Assolutamente, è giusto che chi fa bene il suo lavoro venga premiato con la nostra fedeltà. E in questo modo ne godiamo entrambi.

Prospettive future? Qual'è la tua visione di un servizio come Instapro nel futuro?
Io lo vedo come il futuro, questo è quello che ci aspetta in futuro. Si potrà sempre di più scegliere in base alle esperienze delle altre persone. Immagino che sarà sempre di più così, quando uno ha bisogno di qualcosa si riferirà all'online. Ma anche per dare lavoro, chi avrà bisogno di un tecnico potrà andare su un portale e scegliere il giusto impiegato.

Di tutti gli anni ce n'è stato uno migliore degli altri? Se si, perché?
Non ce n'è uno migliore di altri, ogni anno è migliore del precedente. Anche se, il primo anno in cui mi sono affacciato a questo tipo di servizi c'è stata la svolta. Da allora le cose sono cambiate, ho capito che potevo arrivare a casa delle persone che avevano bisogno di me.

Di tutte le novità 2018 quale la più apprezzata?
La mancanza dell'abbonamento, che ho apprezzato di più perché ci sono dei periodi in cui non riesco a rispondere alle richieste e l'abbonamento era proprio una spesa inutile, così è proprio perfetto.

Propositi per il nuovo anno?
Migliorare sempre, diventare come i giapponesi, prendere quello che va bene e migliorarlo ancora! Ma anche continuare così non sarebbe male, e auguro anche a voi di continuare così!